La fattoria di Marina Colonna è un luogo in cui la storia incontra l'innovazione

È tempo di raccolto nella fattoria di Marina Colonna a San Martino in Pensilis, nel Molise.

col4
Novembre 13, 2017
Di Ylenia Granitto
col4

Notizie recenti

Contemplazione e silenzio, natura selvaggia lussureggiante e vastità mozzafiato. "Dopo quella spedizione, la mia percezione delle cose è cambiata ”, ha detto Marina Colonna, descrivendo le emozioni travolgenti che ha provato sulle montagne della regione trans-himalayana del Ladakh a 4,000 metri (13,123 piedi).

Proprio in quel momento, le macchine del frantoio hanno iniziato a funzionare con il loro clangore, mentre abbiamo assaporato un paesaggio diverso eppure incantevole modellato da piccoli fiumi, terreni boscosi, campi di mais, vigneti e oliveti: Masseria Bosco Pontoni, vicino a San Martino in Pensilis, casa sicura dove torna sempre donna Marina dopo tutti i suoi viaggi. E si ha la forte sensazione che l'oro liquido di alta qualità che produce qui, sulle colline molisane, sia il frutto e la rappresentazione della sua vita piena e appassionata.

Nel mezzo di una promettente carriera nella produzione di documentari che l'ha portata in giro per il mondo, un giorno, parlando con suo padre, Principe Francesco Colonna, ha deciso per un capriccio di aiutarlo a rimodellare l'immagine dell'azienda e, in circa un anno, è riuscita a lanciare la sua prima linea di produzione.

"Non ero a conoscenza di ciò che stava accadendo nel mercato agroalimentare ", ha rivelato. "Pertanto, ho cercato di capire come funzionassero le società di olio d'oliva strutturate e, poiché avevo solo un'idea del design della nave che desideravo per il mio olio, ho iniziato a cercare un vetraio ". Poi è nata l'iconica bottiglia.

"Ho abbozzato il modello e ho chiamato il signor Bartolozzi della Vetreria Etrusca, che era a Rimini a una fiera che si tenne in quell'albergo popolare frequentato da Federico Fellini », ha sottolineato con un'espressione divertita. "L'ho raggiunto e abbiamo completato il design sinuoso aggiungendo i due beccucci in cima alla bottiglia. ”

pubblicità

Colonna ha partecipato alle prime fiere del vino, esponendo i suoi prodotti negli stand dei vignaioli. Poi, ha spinto e contribuito alla creazione delle prime fiere dedicate all'olio d'oliva ed è probabilmente tra le pioniere delle esportazioni italiane di olio extravergine di oliva di alta qualità. In trent'anni di qualità e successi, ha affrontato anche difficoltà e tempi duri con molto coraggio. Un atteggiamento lungimirante l'ha portata a gestire una bellissima azienda agricola con diverse produzioni agricole di alta qualità, di cui l'olio extravergine di oliva è il fiore all'occhiello.

Ventottomila ulivi comprendono piantagioni di Frantoio, Leccino, Peranzana, Cima di Melfi, Termite di Bitetto, Maiatica, Carolea, Rosciola, Itrana e molte altre varietà. Ci sono quelli sperimentali, cultivar autoctone come il Gentile di Larino e altri rari tipi, che si estendono su 55 ettari (136 acri) di oliveti.

"Questo raccolto promette di essere eccellente ", ha osservato, mentre camminavamo tra rigogliosi ulivi carichi di olive sane per essere presto raccolti. "Abbiamo iniziato con Ascolana, abbiamo proceduto con Leccino e le altre varietà ”, ha illustrato, mentre erano in corso le operazioni di raccolta con le tipiche cassette, reti e altri strumenti di raccolta. Eppure le varietà biologiche Termite di Bitetto e Kalamata sono state scrupolosamente raccolte a mano e poi salate in salamoia come deliziose olive da tavola.

"Diverse varietà vengono raccolte e frantumate separatamente, quindi miscelate con un accurato lavoro di degustazione e miscelazione nel corso dell'anno ", ha affermato il produttore di Colonna Classic, che è tra gli oli extra vergini di oliva premiato al NYIOOC 2017.

La linea di produzione comprende miscele biologiche, monovarietali, DOP e oli di oliva agrumati. Marina Colonna era probabilmente un pioniere con Granverde, lanciato in 1990 - un olio di oliva al gusto di limone biologico ottenuto dalla frantumazione di limoni biologici dalla Sicilia insieme a olive fresche della sua tenuta.




Ha usato lo stesso metodo per gli oli aromatizzati di arancia, mandarino, bergamotto, basilico, zenzero, cardamomo, peperoncino e rosmarino biologici, mentre ha creato una linea di oli infusi combinando EVOO con oli essenziali di ginepro, salvia e rosa.

"Questo è nato grazie a un invito a cena a Bad Kissingen, la città delle rose, in Germania ”, ha rivelato. "Mi hanno chiesto se potevo fare un olio speciale con le rose per questo evento, e prima ho pensato che fosse una cosa strana, ma alla fine, ho provato e è nato l'olio d'oliva infuso di rose. Ed è fantastico. "

Siamo tornati al mulino per controllare l'attività del macchinario visto che aveva recentemente subito aggiornamenti tecnologici. Marina Colonna supervisiona tutte le attività, con la sua energia speciale che è un carburante per i suoi colleghi.

Mentre abbiamo assaggiato un ottimo olio extravergine di oliva fresco, ho avuto la sensazione che Masseria Bosco Pontoni sia il luogo in cui la storia incontra l'innovazione e un piccolo presentimento può diventare una svolta notevole.



pubblicità

Related News

Feedback / suggerimenti