I ricercatori lavorano per identificare le varietà di olive che meglio si adattano alle temperature più elevate

Con temperature medie stimate in aumento di 7 ºC entro il 2100, i ricercatori vogliono sapere quali varietà prospereranno nel futuro clima del Mediterraneo.
Agosto 19, 2021
Jasmina Nevada

Notizie recenti

Un gruppo di ricerca israeliano ha scoperto che è aumentato le temperature possono influire negativamente il ciclo produttivo dell'olivo e la qualità dell'olio.

Gli aumenti di temperatura fuori stagione influenzano le varie fasi della crescita riproduttiva e dello sviluppo delle olive, hanno affermato.

(Vogliamo anche) capire il meccanismo coinvolto nell'effetto negativo delle alte temperature estive, per sviluppare nuove cultivar di olivo resistenti.- Giora Ben-Ari, ricercatrice, Israel's Institute of Plant Sciences

Anche se l'olivo è resistente alle condizioni ambientali del bacino del Mediterraneo, i ricercatori hanno affermato che saranno necessari cambiamenti nelle tecniche agricole e nell'allevamento per adattarsi cambiamento climatico.

Vedi anche: Un disastro climatico è già in corso, avverte il rapporto delle Nazioni Unite

"Nelle zone calde, gli agricoltori dovrebbero coltivare cultivar resistenti", ha detto Giora Ben-Ari, ricercatrice presso l'Istituto di scienze vegetali dell'Organizzazione per la ricerca agricola israeliana. Olive Oil Times. Tuttavia, ha aggiunto che il suo team stava ancora lavorando per identificare i migliori candidati.

"In secondo luogo, i ricercatori dovrebbero cercare di identificare diverse soluzioni agronomiche per abbassare le temperature ambientali intorno al fogliame, nei giorni con temperature elevate", ha aggiunto.

"Una profonda comprensione del meccanismo dell'effetto delle temperature elevate su sviluppo dei frutti e la sintesi dell'olio, oltre a comprendere i meccanismi delle cultivar resistenti, ci consentirà di sviluppare strategie agronomiche e di allevare cultivar resistenti per produrre olio d'oliva di qualità nelle zone calde ", ha continuato Ben-Ari.

Lo studio ha esaminato diversi modi per controllare la produttività elevata, la quantità e la qualità dell'olio, testando come l'oliva può resistere a condizioni di temperatura nelle diverse fasi di sviluppo.

"Ci sono stati giorni estremamente caldi nelle estati precedenti", ha detto Ben-Ari. "I mesi più caldi dell'anno sono luglio e agosto, il periodo più importante per l'olivo, per quanto riguarda lo sviluppo dei frutti e la biosintesi dell'olio”.

"Poiché abbiamo riscontrato che la temperatura estremamente elevata in questo periodo influisce negativamente sullo sviluppo dei frutti, sulla biosintesi dell'olio e sulla qualità dell'olio, è molto importante identificare cultivar di olive resistenti in grado di produrre elevate rese e qualità dell'olio nonostante le temperature calde che stiamo vivendo attualmente, che saranno più comune nei prossimi anni", ha aggiunto.

Gli aumenti improvvisi della temperatura sono uno dei principali fattori di stress abiotici che causano cambiamenti morfologici, fisiologici, biochimici e molecolari all'olivo. Un aumento da 3 ºC a 4 ºC al di sopra della temperatura ottimale provoca danni significativi alla resa dei frutti, alla quantità di olio e alla qualità dell'olio.

Lo studio ha concluso che il Mediterraneo è particolarmente suscettibile agli effetti futuri del cambiamento climatico. I calcoli hanno mostrato che nei prossimi 80 anni ci sarà un aumento medio della temperatura fino a 7 ºC, una media di 0.9 ºC per decennio.

I produttori hanno anche un'ulteriore sfida nell'aumentare la produzione di olio extra vergine di oliva come aumenta la domanda di olio d'oliva di alta qualità, in gran parte guidato dal cambiamento delle tendenze dello stile di vita e della dieta.

"L'olio d'oliva funge da fonte nutritiva di base nella nostra dieta con molti vantaggi per la salute ", ha affermato Ben-Ari. "L'olio d'oliva è ricco di grassi monoinsaturi sani, contiene notevoli quantità di antiossidanti, ha forti proprietà antinfiammatorie e può aiutare a prevenire gli ictus e proteggere dalle malattie cardiache.

varietà-i-ricercatori-mondiali-lavorano-per-identificare-le-varietà-di-oliva-meglio-adattate-a-temperature-più-alte-tempi-di-oliva

Giora Ben-Ari (a sinistra) e membri del suo gruppo di ricerca

"L'olio di bassa qualità perde tutti i vantaggi menzionati e quindi dovremmo mirare a consumare olio d'oliva di alta qualità ", ha aggiunto.

Di conseguenza, Ben-Ari ha affermato che è essenziale che i genetisti dell'olivo identifichino cultivar più resistenti. I ricercatori hanno concluso che le risposte delle olive alle temperature elevate dipendono dal genotipo, quindi è fondamentale identificare la temperatura di soglia per i diversi genotipi nelle varie fasi del ciclo delle olive.

Gli acidi grassi nell'olio di ogni cultivar sono bilanciati geneticamente. Ad esempio, il contenuto di acido oleico dipende da ciascun genotipo e aiuta a determinare la resistenza al calore di quella cultivar in ambienti particolari.

"Per identificare le cultivar resistenti, stiamo pianificando di condurre un ampio screening di molte cultivar e cercando di identificare le cultivar resistenti tra loro", ha affermato Ben-Ari.

"[Vogliamo anche] comprendere il meccanismo coinvolto nell'effetto negativo delle alte temperature estive, sviluppare nuove cultivar di olive resistenti e cercare soluzioni agronomiche per moderare l'effetto negativo nelle giornate calde", ha aggiunto.

Ulteriori studi identificheranno e confronteranno la sensibilità al calore e la resistenza al calore confrontando cultivar di tutto il mondo in diverse fasi di sviluppo. La speranza è identificare varietà per futuri programmi di allevamento per affrontare le richieste e le sfide del cambiamento climatico.





pubblicità

Related News

Feedback / suggerimenti