Produttori di tutto il mondo e personalità di spicco del mercato dell'olio d'oliva si sono riuniti il ​​27 di novembre alla scuola Le Cordon Bleu di Parigi per un'anteprima della terza edizione di Olio Nuovo Days (OND).

Il concetto, avviato in 2015, mira a promuovere gli oli d'oliva più freschi e a rivelarli al consumatore creando un legame diretto tra chef, consumatori e produttori.

OND "Hémisphère Nord" si terrà a gennaio 16 - 20, 2018, presentando al pubblico oltre venti EVOO premium provenienti da dieci paesi diversi.

"Con più ristoranti partecipanti e oltre produttori 25 iscritti quest'anno, l'idea sta raggiungendo un pubblico internazionale", ha affermato la fondatrice, Emmanuelle Déchelette. “Stiamo espandendo a livello internazionale. Sono entusiasta di vedere il Giappone iscriversi ai percorsi. OND è sulla buona strada. "

Tra gli oli di oliva esposti alla conferenza stampa c'erano i nuovi raccolti dal Giappone, il paese in primo piano di OND 2018, insieme a oli provenienti da Italia, Grecia, Spagna, Tunisia e Francia.

La produttrice spagnola e proprietaria di Nobleza Del Sur, Lola Sagra ha presentato i suoi due oli: Premium Arbequina, un olio delicato verde brillante con intensi aromi erbacei e di frutta e Centenarium Picual, ben bilanciato con un ingresso dolce in bocca, leggermente amaro e piccante.

La proprietaria di O ‑ Med, Paola Garcia Casas, partecipando per la seconda volta, ha presentato il suo nuovo olio O-MED Yuzu che ha un aroma stimolante al lime floreale, con sfumature di mandarino e arancio.

Casas de Hualdo di Toledo (Spagna), presentava due oli: Cornicabra, un vitigno tradizionale della regione dell'Europa sud-occidentale, con una delicata amarezza; e Casitas de Hualdo, una miscela fruttata e leggera creata appositamente per i bambini.

L'Olivko è un olio tunisino intenso, verde e ben fruttato, prodotto nel terreno nudo adiacente al sito archeologico di Utica. Olivko ha vinto il Gold Award al 2017 New York International Olive Oil Competition.

Molti altri oli premium sono stati offerti per la degustazione come l'EVOO catalano di Henri Mor, Le Amantine (Italia), Makaria Terra (Grecia) e Le Carré des Huiles (Francia) tra gli altri.

Durante i percorsi di gennaio, rinomati ristoranti includeranno nei loro menu un piatto ispirato ai nuovi oli selezionati.

Lo chef spagnolo María José San Román ospiterà una cena con lo chef francese Antoine Heerah a Le Chamarré, Montmartre. Lo chef brasiliano Pérola Polilo cucinerà insieme allo chef Alan Geaam nel suo rinomato ristorante AG les Halles.

L'olio giapponese, Toyo Olive, è stato scelto da Julien Dumas, lo chef dell'emblematico tempio gastronomico di Parigi, Lucas Carton. Dumas creerà una cena di quattro portate con piatti disegnati attorno all'olio giapponese con M. Toshiya Tada, presidente dell'Associazione dei sommelier di olio d'oliva del Giappone.

Gli organizzatori hanno affermato che saranno gli oli d'oliva giapponesi per la prima volta in un ristorante fuori dal Giappone.

In programma anche sessioni di degustazione nei negozi gourmet e seminari e conferenze a tema sull'olio d'oliva.

Il presidente di Afidol, Olivier Nasles discuterà dell'olio di frutta nera come tipicità francese e ricercatore, Christophe Lavelle, parlerà della controversia dietro il gusto dell'amarezza negli oli d'oliva.

Il concetto di Dechelette è anche illustrato nella guida "Evooleum" prodotta da Mercacei e dall'Associazione spagnola dei comuni produttori di olive.

In collaborazione con Mercacei, Madrid sarà la seconda capitale di Olio Nuovo Days in 2019. "Sono entusiasta di contribuire alla prima edizione di OND-Madrid e di lavorare a fianco di Dechelette", ha affermato Peñamil, che ha affermato che il concetto "mette in mostra il lavoro dei produttori e rivela gli oli più recenti".



Commenti

Altri articoli su: , ,