`Gli Stati Uniti torneranno all'accordo di Parigi sul clima Olive Oil Times

Gli Stati Uniti rientrano nell'accordo di Parigi sul clima

Gennaio 27, 2021
Costas Vasilopoulos

Notizie recenti

Gli Stati Uniti sotto Joe Biden stanno per tornare nel Paris accordo sul clima del 2016, con il neoeletto presidente che ha firmato un ordine esecutivo per rientrare nel patto dopo che il paese si era ritirato da esso alcuni mesi fa.

Nel 2017, l'ormai ex presidente Donald Trump aveva annunciato che gli Stati Uniti uscirebbe il patto sulle preoccupazioni di minare l'economia del Paese, un lungo processo formalmente concluso lo scorso novembre.

L'accordo di Parigi è un accordo legalmente vincolante firmato da 195 paesi in tutto il mondo volto ad affrontare l'effetto del riscaldamento globale riducendo le emissioni di gas serra sul pianeta. L'obiettivo tangibile dell'accordo è limitare l'aumento della temperatura globale al di sotto dei 2 ° C rispetto ai livelli preindustriali.

Vedi anche: Notizie sui cambiamenti climatici

"Raggiungere lo zero netto delle emissioni globali di carbonio già nel 2050 richiederà una trasformazione globale dell'economia globale ", ha affermato John Kerry, Special Climate Envoy di Biden. "Tutte le nazioni devono aumentare l'ambizione insieme - o falliremo tutti, insieme. Il fallimento semplicemente non è un'opzione. "

Gli esperti, tuttavia, hanno avvertito che il percorso per gli Stati Uniti verso il raggiungimento dei propri obiettivi climatici nell'ambito dell'accordo di Parigi è accidentato.

"Ci vorrà l'intero governo, che lavora con il settore privato e il settore non governativo, per affrontare questo problema ", ha detto John Podesta, capo dello staff dell'amministrazione Clinton e consigliere dell'ex presidente Barack Obama.

Tra gli altri, gli Stati Uniti dovranno presentare un nuovo piano di contribuzione determinata a livello nazionale (NDC) per illustrare come il paese ridurrà le proprie emissioni di gas entro il 2030.

"La parte facile è tornare a Parigi ", ha detto al gruppo di esperti Alden Meyer, senior associate del think-tank E3G Financial Times. "Il passo successivo è proporre un NDC ambizioso per il 2030, che ha una certa realtà per l'azione interna ”.

Il ritorno degli Stati Uniti all'accordo di Parigi potrebbe anche innescare la competizione tra la superpotenza e gli altri firmatari del patto. I funzionari dell'UE hanno espresso la preoccupazione che il ritorno degli Stati Uniti denoterà il tentativo del blocco di ridurre le proprie emissioni entro i requisiti dell'accordo.

"è così positivo che Joe Biden abbia annunciato che gli Stati Uniti rientreranno immediatamente nell'accordo di Parigi ”, ha detto il presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen.

"Ma è anche un motivo in più per l'Europa per accelerare i suoi sforzi, per muoversi e per mantenere il vantaggio della prima mossa ", ha aggiunto. "Questo è importante, quindi mi piace la concorrenza, è una buona concorrenza, è una competizione positiva quando si tratta di economia verde ".

Le formalità per la riconnessione degli Stati Uniti all'accordo di Parigi dovrebbero essere completate a metà febbraio.





pubblicità

Related News

Feedback / suggerimenti