`L'Europa aumenta la quota di esportazione della Tunisia

Africa / Medio Oriente

L'Europa aumenta la quota di esportazione della Tunisia

Giu. 27, 2015
Isabel Putinja

Notizie recenti

La quota annuale di esportazione di olio d'oliva dalla Tunisia verso l'Unione europea (UE) è stata aumentata di 25,000 tonnellate.

La decisione di aumentare la quota annuale è stata annunciata in una conferenza stampa congiunta tenutasi da Federica Mogherini, alto rappresentante dell'Unione europea per gli affari esteri e la politica di sicurezza, e il primo ministro tunisino Habib Essid a Bruxelles il 20 luglio 2015, a seguito dell'incontro di Ministri degli affari esteri dell'UE.

In precedenza, le esportazioni di olio d'oliva dalla Tunisia verso l'UE erano soggette a una quota annuale di 56,700 tonnellate, con la nuova quota che la portava a un totale di 81,700 tonnellate all'anno. Mogherini ha inoltre annunciato che la Tunisia non sarebbe più soggetta alle quote mensili di esportazione stabilite dalla Commissione europea all'inizio di quest'anno.

Oltre il 70% dell'olio d'oliva tunisino viene esportato nell'UE, principalmente in Italia e Spagna, due paesi che hanno subito perdite significative per le loro colture di olive durante l'ultimo raccolto. Nel frattempo, la Tunisia ha registrato un raccolto eccellente ed ha esportato un record di 242,000 tonnellate da novembre 2014 a fine giugno 2015, sette volte di più rispetto alla stagione precedente. / Olio d'oliva-business / africa-Medio Oriente / tunisino-olio d'oliva-esportazioni-portata-registrare-alto / 48184

Oltre che l'olio di oliva è la principale esportazione agricola della Tunisia verso l'UE, è anche un'importante risorsa agricola che fornisce occupazione diretta e indiretta a oltre un milione di tunisini.

pubblicità

Alla conferenza stampa è stato inoltre annunciato un pacchetto di sostegno finanziario di 23 milioni di euro per la riforma della sicurezza in Tunisia a seguito degli attacchi mortali a Sousse e la decisione di includere la Tunisia come primo partner arabo nel programma di ricerca Orizzonte 2020.



Related News