`Decisione contro la Grecia sostenuta per violazioni della PAC - Olive Oil Times

Decisione contro la Grecia per violazioni della PAC

Può. 21, 2013
Michael Angelopoulos

Notizie recenti

Europa-decisione-contro-Grecia-confermata-per-violazioni-del-cap-olio-d'oliva-decisione-contro-Grecia-confermata-per-violazioni-cap

La Corte di giustizia dell'Unione europea la scorsa settimana ha confermato una decisione dell'aprile 2011 della Commissione europea, stabilendo che la Grecia non ha aderito alle leggi e ai regolamenti europei riguardanti i sussidi pagati agli olivicoltori.

In particolare, la Grecia non ha attuato un meccanismo affidabile che fornisse tutti gli strumenti necessari per la registrazione, l'aggiornamento e il controllo della produzione di olive e olio d'oliva.

La Grecia ha utilizzato un costoso sistema di identificazione geografica (GIS) con un database di foto risalenti al 1997 e al 1998, anche se il più accurato servizio di Google Maps era gratuito durante il periodo. Inoltre, la Grecia non ha effettuato ispezioni ad hoc e in loco come avrebbe dovuto. Inoltre, quando sono state scoperte violazioni da parte di agricoltori o frantoi, il paese non ha imposto alcuna sanzione come richiesto dalle disposizioni dell'UE.

Il dieci percento dei sussidi per il periodo 2003-2004 e il 15 percento per il periodo 2004-2005 versati agli olivicoltori devono essere revocati, ha affermato la Commissione.

La qualità conta.
Trova i migliori oli d'oliva del mondo vicino a te.

La Commissione ha riscontrato che le spese relative all'installazione della piattaforma digitale, a sostegno del GIS e delle operazioni di controllo, erano infondate.

La linea dura della Commissione ha accompagnato le accuse dirette secondo cui la Grecia non ha ottemperato alle normative della PAC dell'UE e sanzioni rigide per ciò che ha chiamato "ripetere offensivo. "

La Grecia ha riconosciuto l'esistenza di alcune discrepanze, tuttavia ha affermato che il caso descritto dalla Commissione non era del tutto esatto. Per quanto riguarda il costo dell'infrastruttura tecnica, la Grecia ha suggerito che gran parte del costo fosse coperto dagli stessi agricoltori.

L'ordinanza della Corte non ha accettato nessuno degli argomenti avanzati dalla Grecia. Invece, il paese vedrà circa 320 milioni di dollari del suo finanziamento PAC per bilanciare il sovra-finanziamento.

Alcuni analisti ritengono che la Grecia avrebbe potuto avere una minima possibilità se avesse intrapreso alcune azioni correttive dopo la precedente decisione della Commissione.

La Grecia ha usato un "approccio ex ante ante "che cerca di giustificare ciò che la Commissione ha già verificato come anomalie. "Hanno avuto l'opportunità di istituire un sistema affidabile e di dimostrare ex post il loro caso, dopo la decisione della Commissione. La Grecia avrebbe potuto dimostrare che anche con un sistema affidabile il suo finanziamento sarebbe stato allo stesso livello ", ha detto un analista.



Related News

Feedback / suggerimenti