Affari

Nuovo anno, stessi problemi per i produttori greci di olio d'oliva

La produzione di olio d'oliva variava da un'area all'altra, ma l'uniformità dei prezzi bassi era una costante in tutta la Grecia.

Gennaio 10, 2020
Di Costas Vasilopoulos

Notizie recenti

Dopo una stagione di raccolta precedente scarsa che ha portato a una bassa resa tra le 150,000 e le 200,000 tonnellate di olio d'oliva, la stagione in corso è iniziato a settembre con grandi speranze per molti produttori di olio d'oliva in Italia Grecia.

Cinque mesi dopo, Creta ha già ha perso gran parte della sua solita produzione e l'incertezza prevale in tutto il settore dell'olio d'oliva greco a causa di imprevisti insuccessi nella produzione e prezzi flaccidi dell'olio extra vergine di oliva.

Mentre il mio olio d'oliva è di ottima qualità, il prezzo di vendita è umiliante. I soldi che ho guadagnato in questa stagione non coprono nemmeno il costo complessivo del raccolto. Non riesco a capire perché i prezzi siano così bassi.- Nikitas Andriopoulos, produttore di olio d'oliva nel Peloponneso

Molti produttori hanno atteso con impazienza un buon rendimento, ma sono rimasti delusi quando hanno ottenuto solo una frazione della loro produzione prevista. Altri sono stati felici di produrre grandi volumi di olio d'oliva di qualità, ma di conseguenza sono stati sconvolti dagli attuali prezzi di vendita, che vanno da € 2.10 a € 2.40 ($ 2.34 a $ 2.68) in media per un chilogrammo di olio extra vergine di oliva.

Konstantinos Papadopoulos del Frantoio Papadopoulos, un vincitore ripetuto al NYIOOC Concorso mondiale dell'olio d'oliva, Ha detto Olive Oil Times che l'olio d'oliva della stagione è di alta qualità ma di modesta quantità.

Guarda anche: Novità Harvest 2019

"La raccolta è iniziata nella nostra zona all'inizio di ottobre, quando abbiamo elaborato le olive raccolte precoce che danno il agourelio, (olive a raccolta precoce) e dovrebbe concludersi a fine gennaio o inizio febbraio. Fortunatamente, non abbiamo avuto alcuna manifestazione di Mosca della frutta nella nostra zona e abbiamo ottenuto olio extra vergine di oliva di alta qualità, rispetto alle stagioni precedenti, anche se di media quantità ", ha affermato Papadopoulos.

pubblicità

Papadopoulos è stato ottimista per l'esito della stagione, nonostante i prezzi bassi.

"Il mercato globale dell'olio d'oliva definisce i prezzi, che variano nella nostra zona tra € 2.20 ($ 2.44) e € 2.40 ($ 2.67) per chilogrammo con una tendenza al ribasso ", ha detto. "Rimaniamo ottimisti ma con basse aspettative poiché i costi dei produttori tendono a superare le entrate a causa dei bassi prezzi di vendita dell'olio d'oliva ".

Sull'isola di Eubea, il coltivatore di ulivi e proprietario del mulino Vasileios Koukouzas ha visto la sua resa essere ridotta da una malattia misteriosa, come ha detto Olive Oil Times.

"Coltiviamo e raccogliamo i nostri alberi qui, e produciamo solo olio extra vergine di oliva biologico dalle varietà Koroneiki e Megaritiki ", ha detto Koukouzas. "In questa stagione il problema più grande è stato una malattia che ha annerito le olive entro una settimana dalla sua manifestazione e le ha fatte cadere a terra. "

"Non abbiamo avuto il tempo di approfondire la questione a causa del raccolto in corso, e continueremmo a raccogliere nel 2020 se non fosse per questo patogeno ”, ha aggiunto. "Ma nonostante i problemi, siamo riusciti a ottenere una discreta quantità di extravergine di bassa acidità compresa tra 0.3 e 0.4 ".

Nella vicina città di Eretria si è verificato lo stesso problema, hanno riferito i proprietari del frantoio di Amarynthos Olive Oil Times.

"Gestiamo un nuovo stabilimento aperto nel 2017 quando abbiamo avuto una produzione prospera ", hanno affermato. "La scorsa stagione non ci siamo nemmeno preoccupati di aprire a causa della produzione minima e anche la stagione in corso è negativa sia in termini di qualità che di quantità ".

"Abbiamo avuto seri problemi con la mosca della frutta e con un patogeno, forse il Gloeosporium, che ha lasciato cadere le drupe di ulivi dagli alberi ", hanno aggiunto. "Questo non era solo il nostro problema, ma da quello che sappiamo che la maggior parte delle aree produttive della Grecia centrale ha affrontato la stessa situazione.

Hanno anche affermato che le olive che sono riuscite a trasformare hanno dato olio extra vergine di oliva con un livello di acidità di 0.5, un po 'inferiore alla qualità che stavano cercando.

Leonidas Chras di Lokrida nella regione di Fthiotida, uno dei pochi coltivatori greci a coltivare la varietà Arbequina, non è stato influenzato dall'agente patogeno e ha avuto un raccolto forte ma a prezzi bassi.

"Non abbiamo avuto problemi con la mosca della frutta e solo a Natale abbiamo notato alcune piccole infestazioni ", ha detto Chras Olive Oil Times. "Tutto sommato, abbiamo avuto una buona resa con olio extra vergine di oliva di bassa acidità. Il prezzo di mercato di un chilogrammo di olio extra vergine di oliva è attualmente di € 2.40 ($ 2.67) nella nostra zona e vendiamo solo ad un prezzo più alto di € 3.20 ($ 3.57) ad alcuni acquirenti privati. "

Altri coltivatori e produttori in diversi altri territori di produzione di olio d'oliva della Grecia hanno espresso la loro incertezza sulle condizioni prevalenti nel settore dell'olio d'oliva del paese.

pubblicità

Nikitas Andriopoulos, un produttore con sede nel Peloponneso occidentale, si è lamentato del fatto che, sebbene quest'anno abbia prodotto olio d'oliva di alta qualità, le entrate derivanti dalla sua attività nel settore delle olive non sono sufficienti a coprire le spese.

"Mentre il mio olio d'oliva è di ottima qualità, il prezzo di vendita è deprimente ", ha detto Andriopoulos. "Un chilo di extra vergine costa € 2.20 ($ 2.46) e il denaro che ho guadagnato in questa stagione non copre nemmeno il costo complessivo del raccolto, compresi i pagamenti ai lavoratori. Non riesco a capire perché i prezzi siano così bassi. "

In Magnisia, ai piedi del Monte Pelion, i coltivatori e i produttori locali hanno protestato che, oltre ai bassi prezzi dell'olio extra vergine di oliva (che raggiungono i 2.00 € - 2.23 $ al chilo), la mosca della frutta e il gloeosporium hanno causato grande danno al produzione di olio d'oliva della zona e anche le olive commestibili.

Hanno anche chiesto un risarcimento dallo statoe in anticipo a applicare l'ammasso privato dell'olio d'oliva rafforzare il suo prezzo di mercato.

Anche a Lesbo, dove l'industria locale dell'olio d'oliva era ansiosa di riprendersi dalla catastrofica stagione precedente puntando a una forte resa di olio d'oliva con una produzione complessiva quasi record di oltre 17,000 tonnellate, le alte temperature e l'aumento dei livelli di umidità in Ottobre e novembre hanno favorito lo sviluppo di agenti patogeni che hanno deteriorato la qualità attesa.

In concomitanza con i bassi prezzi prevalenti di circa € 2.20 ($ 2.44) per chilogrammo di olio extra vergine di oliva, i produttori hanno chiesto un risarcimento e misure dallo Stato per sostenere il settore dell'olio d'oliva dell'isola.





Related News