`La seconda commissione del Parlamento europeo vota per escludere l'olio d'oliva dal punteggio nutritivo - Olive Oil Times

La seconda commissione del Parlamento europeo vota per escludere l'olio d'oliva dal punteggio nutritivo

Aprile 20, 2021
Paolo DeAndreis

Notizie recenti

I membri del Parlamento europeo (MEP) hanno votato ancora una volta per esentare i prodotti alimentari con un solo ingrediente da qualsiasi potenziale sistema paneuropeo di etichettatura sul davanti della confezione (FOPL).

Mentre diversi deputati hanno citato punteggio Nutri come la FOPL che dovrebbe essere adottata, la maggioranza ha votato per la seconda volta in poche settimane per escludere dalla classificazione gli oli extravergine di oliva e altri prodotti con indicazioni geografiche protette.

La nostra battaglia in Parlamento è cercare di lasciare i mono ingredienti, come olio d'oliva, miele e prosciutto, fuori dall'etichettatura Nutri-Score.- Adrián Vázquez Lázara, eurodeputato spagnolo

Con un voto di 30 voti favorevoli e 13, i deputati al Parlamento europeo nella commissione per il mercato interno e la protezione dei consumatori hanno approvato un emendamento che invitava Commissione europea approfondire la questione delle esenzioni per alcuni prodotti alimentari, prevalentemente dell'Europa meridionale. Un emendamento simile è stato approvato dalla Commissione per il commercio internazionale del parlamento il mese scorso.

Guidati dagli eurodeputati spagnoli e italiani, Jordi Cañas e Sandro Gozi, è stato chiesto l'emendamento 112 "la Commissione per esaminare la necessità di applicare condizioni specifiche ed esenzioni per determinate categorie di alimenti o prodotti alimentari, come l'olio d'oliva, o per quelli coperti da Denominazioni di origine protette, Indicazioni geografiche protette o Specialità Tradizionali Garantite, oltre che per prodotti monoingrediente.

Vedi anche: Centinaia di scienziati sostengono l'adozione del sistema di etichettatura Nutri-Score

Anche l'emendamento richiesto "misure adeguate e su misura per sostenere le micro, piccole, medie e imprese dell'economia sociale nell'attuazione di tale etichettatura.

pubblicità

Altri emendamenti discussi dalla Commissione includevano il dibattito sull'obbligatorietà o meno di una futura piattaforma europea di etichettatura.

Altri eurodeputati hanno chiesto alla Commissione di valutare la necessità di disporre di un sistema di etichettatura in grado di esprimere le qualità nutrizionali dei prodotti, la presenza di tracce residue di pesticidi e una valutazione sul benessere degli animali.

L'iniziativa Cañas e Gozi nasce sulla scia della preoccupazione espressa in Italia, Spagna e altri paesi sulla possibile futura adozione di Nutri-Score.

Il sistema di etichettatura di origine francese classifica gli alimenti con colori e lettere, dal più sano "Verde A "fino al "Red E. " L'olio d'oliva è classificato come a "Giallo C ”, una classificazione che molti nel settore credono sarà tenere i consumatori lontani dal prodotto.

I sostenitori di Nutri-Score sostengono che il file "Giallo C ”è il grado più sano per un grasso animale o un olio vegetale. Aggiungono che i punteggi devono essere utilizzati per confrontare prodotti alimentari della stessa categoria.

In un'intervista a Euronews, un collega di Cañas dello stesso partito, Adrián Vázquez Lázara, ha affermato che il problema con Nutri-Score è il modo in cui l'algoritmo valuta gli alimenti con un solo ingrediente, come l'olio d'oliva e altri prodotti della Dieta mediterranea.

"La nostra battaglia al Parlamento [europeo] è cercare di lasciare gli ingredienti mono (grassi), come olio d'oliva, miele e prosciutto, fuori dall'etichettatura Nutri-Score ", ha affermato. "Quei prodotti provenienti da destinazioni di origine protette e aree geografiche protette sono già stati accettati dalla società e dai governi come prodotti di prim'ordine che rappresentano l'immagine di molti stati membri ".

Nutri-Score ha già stato adottato da cinque paesi europei, tra cui Francia e Germania. Tuttavia, almeno altri nove lo hanno fatto hanno espresso la loro opposizione all'idea. Anche i membri del settore dell'olio d'oliva in Spagna e in Italia, in particolare, hanno ripetutamente espresso le loro preoccupazioni su Nutri-Score.

La Commissione europea prevede di selezionare un FOPL uniforme da utilizzare in tutta l'UE entro la fine del 2022.





pubblicità

Related News

Feedback / suggerimenti