`Gli Stati Uniti respingono la domanda dell'UE di ridurre le tariffe sui prodotti agricoli - Olive Oil Times

Gli Stati Uniti respingono la richiesta dell'UE di ridurre le tariffe sui prodotti agricoli

Agosto 19, 2020
Paolo DeAndreis

Notizie recenti

Il rappresentante commerciale degli Stati Uniti (USTR) ha modificato il proprio Elenco di 7.5 miliardi di dollari di beni agricoli e industriali oggetto di tariffe, che includono l'olio d'oliva spagnolo e olive da tavola dalla Francia e dalla Spagna.

Mentre alcune tariffe imposte al Regno Unito e alla Grecia sono state rimosse dall'USTR, una quantità simile di tariffe è stata aggiunta ad altri prodotti dalla Germania e dalla Francia.

È una sensazione dolce e amara, le tariffe vengono confermate, ma lavoreremo ancora per la loro rimozione e per una negoziazione consensuale per porre fine a questo conflitto commerciale.- Reyes Maroto, ministro spagnolo dell'Industria, del Commercio e del Turismo

L'USTR ha anche annunciato che le esportazioni agricole dal blocco commerciale di 27 membri continueranno a subire una tariffa del 25%. Le esportazioni di olio d'oliva e di olive da tavola dal resto dell'UE verso gli Stati Uniti rimarranno inalterate.

La decisione giunge come un sollievo per alcuni nel settore agricolo, che lo temevano le tariffe esistenti possono aumentare dopo che l'USTR ha detto che avrebbe rivisto l'elenco a giugno.

Vedi anche: Commercio di olio d'oliva

Tuttavia, le autorità spagnole si sono lamentate della decisione di non eliminare i dazi cui devono far fronte i prodotti agricoli e hanno affermato che avrebbe a "devastante ”impatto sull'economia.

Reyes Maroto, ministro spagnolo dell'Industria, del Commercio e del Turismo, ha risposto all'annuncio invitando il governo spagnolo a continuare a fare pressione su Bruxelles per negoziare.

"È una sensazione dolce e amara, le tariffe vengono confermate, ma continueremo a lavorare per la loro rimozione e per una negoziazione consensuale per porre fine a questo conflitto commerciale ", ha detto.

I suoi sentimenti sono stati ripresi da Luis Planas, ministro spagnolo dell'agricoltura, della pesca e dell'alimentazione, che ha sottolineato che il settore agroalimentare del paese è sopportando il peso di uno "conflitto in alcun modo collegato alle proprie attività ”e ha aggiunto "è un errore strategico includere il cibo nelle azioni commerciali di ritorsione ".

Nel 2019, la Spagna ha esportato negli Stati Uniti prodotti per un valore di 2.1 miliardi di dollari. Nel complesso, gli Stati Uniti sono il terzo mercato più grande per le merci spagnole al di fuori dell'UE e della Cina.

D'altra parte, l'UE ha espresso una lieve soddisfazione per la decisione dell'USTR, con un portavoce che ha detto alla stampa che gli Stati Uniti non hanno "esacerbare la controversia sugli aeromobili in corso aumentando le tariffe sui prodotti europei ".

Tuttavia, un accordo sulla questione tra le due parti non sembra che arriverà presto.

"[L '] UE e gli Stati membri non hanno intrapreso le azioni necessarie per conformarsi alle decisioni dell'Organizzazione mondiale del commercio", ha detto Robert Lighthizer, rappresentante per il commercio degli Stati Uniti. "Gli Stati Uniti, tuttavia, si sono impegnati a ottenere una risoluzione a lungo termine di questa controversia ".

L'UE ha negato questo e ha detto di sì in conformità con la sentenza dell'OMC, che ha stabilito che il blocco commerciale si era illegalmente ceduto al produttore di aeromobili europeo Airbus.

È improbabile che i negoziati tra i due inizino fino a quando l'OMC non si sarà pronunciata su un caso simile riguardante il produttore di aerei americano, Boeing, che dovrebbe svolgersi entro la fine dell'estate.

Gli osservatori si aspettano ampiamente che l'OMC si pronunci a favore dell'UE e conceda il diritto al blocco commerciale imporre dazi sulle esportazioni statunitensi. Una volta annunciata la decisione dell'OMC, è più probabile che i negoziatori siano in grado di concludere un accordo.





pubblicità

Related News

Feedback / suggerimenti