`L'Andalusia guida il Forum europeo delle regioni olivicole - Olive Oil Times

L'Andalusia guida il Forum europeo delle regioni olivicole

Marzo 2, 2012
Pandora Penamil Penafiel

Notizie recenti

Il ministro andaluso dell'agricoltura e della pesca, Clara Aguilera, ha annunciato un incontro, che si terrà il 7 marzoth a Bruxelles, di a "Forum europeo delle regioni olivicole ”, un'iniziativa promossa dall'Andalusia e firmata da 13 aree di produzione europee.

L'obiettivo del Forum è difendere gli interessi strategici del settore olivicolo e lo sviluppo dei territori olivicoli delle regioni partecipanti, che sono Dubrovnik-Neretva e Istria (Croazia), Andalusia e Catalogna (Spagna), Corsica, Langedoc-Roussillon, Provenza-Costa Azzurra-Alpi e Rodano-Alpi (Francia), Creta e Sterea Ellada (Grecia), Emilia Romagna, Puglia e Toscana (Italia). I territori comprendono oltre la metà della superficie terrestre europea dedicata agli uliveti.

Il Forum, che è ancora aperto all'adesione di altre aree di produzione, è sostenuto dall'Assemblea delle regioni europee che producono frutta, verdura e piante (AREFLH) e dall'Associazione delle regioni europee per i prodotti di origine (AREPO).

Il loro lavoro si concentrerà principalmente, secondo il Ministero dell'Andalusia, sull'influenza delle politiche dell'Unione europea e sul ruolo importante nel processo decisionale che riguarda il settore oleicolo. Inoltre, il Forum promuoverà la condivisione di strategie tra governo, settore privato e consumatore, incentrate su efficienza, competitività, sostenibilità, qualità e marketing.

Tra le altre iniziative, le regioni partecipanti lanceranno un prezzo, mercati e costi europei "osservatorio ”, come riferimento per l'attivazione di meccanismi di regolazione e riconoscimento delle crisi.

Il gruppo prevede inoltre di coordinare attività di marketing e promozionali finalizzate alla distinzione dell'olio d'oliva come prodotto sano.

Nell'ambito della prossima riforma della politica agricola comune (PAC), le Regioni olivicole europee difendono il modello dei pagamenti diretti per la produzione e non per superficie.

Il Forum richiederà maggiore potere per le organizzazioni di produttori, in modo che possano migliorare il loro potere contrattuale nella catena del valore agroalimentare, rispetto alla grande distribuzione. Chiederanno la creazione di regole comunitarie che possano stabilire e aggiornare un meccanismo di ammasso privato a seconda delle soglie di prezzo variabili e dei costi di produzione al momento.

Infine, le regioni partecipanti al Forum richiederanno l'attuazione di programmi di sostegno nazionali cofinanziati con fondi europei simili a quelli già sviluppati in altri settori in difficoltà strutturali, come nel caso delle noci.

Settore strategico

  • L'oliveto è l'agricoltura più rappresentativa e simbolica dell'Unione del Sud Europa, con 4.4 milioni di ettari coltivati.
  • L'Andalusia si concentra su 34 percento della superficie olivicola europea e i suoi 1.5 milioni di acri producono il 40 percento dell'olio d'oliva nel continente, con una produzione media di circa 1.2 milioni di tonnellate all'anno.
  • La coltivazione dell'olivo riunisce oltre i frantoi 800, che rappresentano l'attività principale per oltre i comuni andalusi 300 e le famiglie 250,000.
  • I quattro principali produttori europei di olio d'oliva (Spagna, Italia, Grecia e Portogallo) comprendono il 70 percento della produzione mondiale di olio d'oliva e circa il 30 percento delle olive da tavola.



Related News

Feedback / suggerimenti