`Più aiuti allo stoccaggio per l'olio d'oliva vergine - Olive Oil Times

Più aiuti di stoccaggio per olio di oliva vergine

Può. 17, 2012
Julie Butler

Notizie recenti

Per la terza volta in otto mesi, la Commissione europea è tenuta a sovvenzionare il ritiro temporaneo di olio d'oliva dal mercato nella speranza che i prezzi alla base delle aziende agricole migliorino. Oggi una commissione della CE (16 maggio) ha votato a favore dell'aiuto all'ammasso privato (PSA) per coprire 100,000 tonnellate di olio vergine ed extra vergine di oliva per un massimo di 180 giorni.

L'aiuto sarà disponibile in tutti i paesi produttori dell'UE, vale a dire Cipro, Francia, Grecia, Italia, Malta, Portogallo, Slovenia e Spagna. Viene assegnato tramite una procedura di gara e le prime offerte saranno accettate a partire dal 31 maggio, ha detto ai giornalisti in una e-mail un portavoce del Commissario europeo per l'Agricoltura Dacian Cioloş.

Prezzi

Il prezzo rappresentativo di EVOO in Spagna è stato al di sotto del relativo trigger PSA - 177.90 € / 100 kg - per diverse settimane, ha detto. I prezzi sono rimasti stabili in Grecia e in Italia, ma molto più bassi rispetto allo scorso anno.

I prezzi dell'olio di oliva vergine in Spagna e in Grecia sono stati al di sotto del loro limite di 171,00 € / 100 kg per molte settimane e "sono notevolmente inferiori rispetto allo scorso anno ”.

Per la settimana fino al 6 maggio, i prezzi rappresentativi di EVOO sono stati: Spagna 176.67, Italia 240 e Grecia 182.50 € / 100 kg. Per l'olio vergine di oliva erano rispettivamente 169.79, 178 e 160.50.

Reazione

Pekka Pesonen, segretario generale del sindacato europeo degli agricoltori Copa-Cogeca, ha accolto con favore la decisione. "Il mercato è in grave crisi. I produttori sono schiacciati da prezzi bassi e costi di produzione elevati. Questa situazione è insopportabile per i produttori che hanno visto il proprio reddito deteriorarsi costantemente negli ultimi sei anni. I dati Eurostat mostrano che i prezzi dell'olio d'oliva nell'UE erano solo la metà del loro livello nel 2002 (-47.8%) in termini reali. Questa coltura è vitale per i principali paesi produttori - Spagna, Italia, Grecia, Portogallo, Francia - in termini di mantenimento dell'occupazione nelle loro aree rurali ”, ha affermato.

Il presidente del gruppo di lavoro sull'olio d'oliva del Copa-Cogecas, Rafael Sanchez de Puerta, ha affermato che il sindacato spera che il piano d'azione per il settore promesso il mese scorso da Cioloş includa misure per aiutare a concentrare l'offerta e rafforzare il posizionamento degli agricoltori nella catena alimentare.

Luis Planas, ministro dell'Agricoltura, della pesca e dell'ambiente dell'Andalusia, e l'UPA, un organismo professionale per i piccoli agricoltori, hanno affermato che il PSA non era la risposta definitiva: la soluzione stava nel concentrare l'offerta e aprire nuovi mercati esteri.

Intervento precedente

Torna a febbraio, Cioloş ha annunciato che la CE era disposta a spendere fino a 20 milioni di euro sovvenzionare lo stoccaggio temporaneo di tonnellate 100,000 di olio extra vergine di oliva e vergine per un massimo di quattro mesi. Tutto il petrolio successivamente accettato per questo PSA proveniva dalla Spagna.

Ciò ha fatto seguito a un ciclo di PSA approvato nell'ottobre dello scorso anno, quella volta per 100,000 tonnellate di olio d'oliva vergine per un massimo di sei mesi, anche se la quota piena non è stata raggiunta.

Il mondo è pronto per un eccesso di olio d'oliva di oltre 1.1 milioni di tonnellate quest'anno, secondo le stime dell'International Olive Council.

Related News

Feedback / suggerimenti