`I tunisini vincono l'oro alla competizione alimentare svizzera

Fiere, Concorsi

I tunisini vincono l'oro alla competizione alimentare svizzera

Ottobre 1, 2013
Mahdi Fendri

Notizie recenti

tunisini-win-oro-at-swiss-food-concorrenza-olio d'oliva volte-quinto-swiss-local-food-concorso

Nell'ambito dell'iniziativa High Business School of Sfax, sei produttori tunisini di olio d'oliva hanno partecipato al programma 5th Concorso alimentare locale svizzero, che combina i prodotti 1,000 ed è visitato da più di 15,000. La Tunisia ha vinto tre medaglie al concorso; un oro, argento e bronzo. L'oro è stato vinto da Huilerie Moderne de Tunisie e il suo proprietario, Slim Fendri.

Questa partecipazione - la prima nel suo genere tra i produttori di olio d'oliva tunisini - è stata una componente di un progetto in corso chiamato "Promozione dell'olio d'oliva tunisino ”tra la High Business School di Sfax e la Swiss High Management School di Neuchâtel. Il programma di cooperazione si basa su un partenariato tra i principali istituti di ricerca di ciascun paese e professionisti appartenenti al settore dell'olio d'oliva.

"La produzione di olio d'oliva è una delle attività principali dell'industria alimentare tunisina e raggiunge un gran numero di parti interessate a tutti i livelli. Sostenendo questa partecipazione, miriamo a dare maggiore visibilità all'olio d'oliva tunisino a livello internazionale. Il nostro innovativo programma di cooperazione si basa sulla partnership tra istituzioni accademiche e produttori per fornire assistenza di marketing ", ha affermato il dott. Rahma Khlif, coordinatore del progetto.

"Lavoriamo a stretto contatto con la Tunisian High Business School di Sfax nel settore dell'olio d'oliva. Questa cooperazione sembra essere proficua per i nostri partner nel settore privato. La partecipazione dei produttori tunisini di olio d'oliva al concorso alimentare locale svizzero e il loro successo potrebbero essere considerati un passo importante nel rendere questo prodotto noto e più accessibile nel mercato svizzero ", ha affermato la dott.ssa Lamia Ben Hmida della Swiss High Management School di Neuchâtel.

Related News