Sede del CIO, Madrid (Google)

I paesi membri del Consiglio oleicolo internazionale (CIO) hanno concordato un progetto di testo per sostituire la corrente 2005 agreement. Il documento servirà da base per i negoziati sul nuovo accordo che sarà discusso in ottobre 2015 durante una conferenza delle Nazioni Unite a Ginevra. Il nuovo accordo dovrebbe entrare in vigore il gennaio 1, 2017 fino alla fine di 2026.

Le discussioni sul progetto di testo si sono svolte poco prima della sessione straordinaria del XIUMXth del CIO a Madrid la scorsa settimana.

Il progetto di testo introduce diverse importanti modifiche all'attuale accordo, tra cui:

- Maggiore peso sarà attribuito ai paesi consumatori attraverso una formula proposta che calcola le quote di partecipazione dei paesi membri nel bilancio del CIO esaminando allo stesso modo produzione, esportazioni e importazioni.

- Un nuovo processo decisionale per argomenti relativi allo standard commerciale internazionale del CIO, che include nuove iniziative volte a creare un consenso che incorpori una nuova procedura di voto.

A seguito delle discussioni sul nuovo accordo, la 24esima sessione del Consiglio dei membri del CIO si è tenuta a giugno 16-19. Diverse misure per l'adozione sono state discusse dalle commissioni specializzate:

- Il comitato economico ha deciso di rinviare la pubblicazione dei risultati dello studio sui costi di produzione al fine di verificare i dati, richiedere la convalida della metodologia per lo studio della catena del valore e di tenere la riunione 2016 di maggio del comitato consultivo del CIO sull'olio d'oliva e le olive da tavola in Iran che includeranno un seminario regionale su un argomento rilevante.

- I membri del comitato di promozione hanno deciso di pubblicare un nuovo invito a luglio per le domande di sovvenzione per le attività promozionali da intraprendere tra 1 October 2015 e 31 March 2016.

- Il comitato tecnico ha proposto di non modificare il limite di estere etilico di 35 mg / kg per l'imminente campagna agricola, per tenere una riunione questo autunno per organizzare un seminario del COI in 2016 su Xylella fastidiosae proporre raccomandazioni per gli organizzatori di concorsi di qualità.



Altri articoli su: