Europa

Nuovi fondi UE per la ricerca su Xylella Fastidiosa

Novembre 27, 2015
Di Isabel Putinja

Notizie recenti

A seguito di un seminario ospitato dall'Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) tenutosi a Bruxelles il 12 e 13 di novembre, 2015, la Commissione europea ha annunciato che sono stati resi disponibili nuovi fondi per la ricerca su Xylella fastidiosa.

Il seminario di due giorni mirava a esaminare le lacune nelle conoscenze e le priorità di ricerca che sono state identificate in Parere scientifico dell'EFSA pubblicato all'inizio di quest'anno e ribadito nelle conclusioni di un seminario sui metodi di controllo della Xylella fastidiosa tenutosi a Milano nel luglio 2015.

Il secondo giorno, un rappresentante della direzione generale dell'Agricoltura della Commissione ha annunciato l'invito a presentare proposte di ricerca e ha invitato i partecipanti a presentare domanda per sovvenzioni che riguarderebbero la ricerca sulla prevenzione, l'individuazione e il controllo della Xylella fastidiosa.

Un altro obiettivo dello schema annunciato è quello di migliorare la conoscenza del batterio e in particolare di far luce sui suoi vettori, l'interazione con gli ospiti, il vettore, i patogeni e l'epidemiologia. L'importo accantonato è inferiore a 7 milioni di euro Horizon 2020, il regime di finanziamento dell'UE per la ricerca e l'innovazione. La scadenza per proposte è febbraio 17, 2016.

La Xylella fastidiosa, un batterio diffuso dagli insetti, è stata accusata della devastazione di decine di migliaia di ettari di oliveti nella regione Puglia del Sud Italia. Più di recente, ceppi del batterio sono stati scoperto sull'isola francese della Corsica e in diverse zone della Francia.

pubblicità

L'Unione europea è il più grande produttore globale di olio d'oliva, producendo il 73 percento dell'olio d'oliva mondiale, consumando allo stesso tempo il 66 percento.