`La Spagna nega di produrre troppo olio d'oliva - Olive Oil Times

La Spagna nega che produca troppo olio d'oliva

Dicembre 15, 2012
Julie Butler

Notizie recenti

La Spagna afferma di non essere d'accordo con le previsioni della Commissione europea secondo cui chiuderà 2020 con una produzione annuale di 1.68 milioni di tonnellate e scorte di carryover di 881,000 tonnellate.

Il più grande produttore mondiale di olio d'oliva stima una produzione di circa 1.4 milioni di tonnellate e afferma che è improbabile che ci siano eccedenze. Inoltre, contesta la valutazione della CE secondo cui la Spagna ha prodotto una quantità eccessiva di olio d'oliva e ha un "surplus strutturale. "

Le opinioni sono state esposte in un documento del 12 luglio inviato dal ministro spagnolo dell'Agricoltura Miguel Arias Cañete al commissario europeo per l'Agricoltura Dacian Cioloş. Conteneva la risposta iniziale della Spagna, in spagnolo, al progetto di piano d'azione per il settore dell'olio d'oliva dell'UE. Una copia è stata ottenuta do olive oil Times in base alle norme sulla libertà di informazione dell'UE.


Il progetto di piano e un documento CE di accompagnamento su cui si basava, "Le prospettive per il settore dell'olio d'oliva in Spagna, Italia e Grecia - 2012 - 2020 "contenevano le proiezioni che la Spagna afferma che non sono sufficientemente giustificate.

Previsione CE

pubblicità

Secondo il brief di 2020, è probabile che l'area degli oliveti in Spagna aumenti 70,000 ha di 2020 a 2.54 milioni di ettari.

Si prevede una produzione di olio di oliva di circa 1.68 milioni di tonnellate per 2020, rispetto a meno di 1.50 milioni in 2011, ma potrebbe variare tra 1.43 e 1.86 milioni di tonnellate.

Il consumo interno dovrebbe rimanere a 13 kg / anno per persona, le esportazioni cresceranno da 840,000 tonnellate nel 2011 a 1.047 milioni nel 2020 e nessun cambiamento nelle importazioni.

Nel complesso, il documento CE prevede un accumulo annuo medio di 27,000 tonnellate per vedere le scorte totali di riporto della Spagna crescere da 635,000 tonnellate alla fine del 2011/12 a 881,000 per 2020/21.

"La Spagna attualmente produce troppo olio d'oliva. Questo surplus strutturale accentua gli squilibri del potere contrattuale nella catena di produzione ", ha affermato il progetto di piano d'azione.

Stime della Spagna

Ma il documento inviato da Arias Cañete afferma che l'area della coltivazione dell'olivo in Spagna si è praticamente stabilizzata, "come conseguenza dei prezzi bassi degli ultimi anni ”e non sarà molto superiore a 2.5 milioni di ettari nel 2020.

Si stima che la produzione di olio d'oliva nel 2020 potrebbe variare da 1.1 a 1.65 milioni di tonnellate, con una media di circa 1.4 milioni di tonnellate - la quantità di olio d'oliva che la Spagna afferma di vendere già in un anno.

La Spagna considera che il suo raccolto record di 1.6 milioni di tonnellate in 2012 riflettesse il clima ideale durante la coltivazione ed era atipico.

"Le rese hanno mostrato forti variazioni negli ultimi anni da un minimo di 350 kg / ha fino a un massimo di 650 kg / ha, dimostrando la dipendenza del raccolto dalle condizioni meteorologiche ”, ha scritto.

Al ritmo attuale delle vendite e con esportazioni in aumento, lo scenario più probabile è quello del surplus attuale (che le ultime stime hanno fissato a 591,600 tonnellate) "sarà gradualmente eroso. "

"Date le previsioni sul raccolto e l'ammontare degli scambi negli ultimi anni, nel 2020 non si prevedono scorte di riporto ", ha affermato la Spagna.

"Le valutazioni contenute nel documento della Commissione sullo stato del mercato dell'olio d'oliva e le prospettive per la Spagna dovrebbero essere oggetto di ulteriori studi ", ha affermato.



pubblicità

Related News

Feedback / suggerimenti