Jaén, Spagna

Mentre l' International Olive Council recentemente ha tagliato la sua stima per la produzione mondiale di olio d'oliva in questa stagione da quasi 3.1 a 3.05 milioni di tonnellate, il separatore GEA Westfalia Ibérica ha aumentato il suo da 2.76 a 3.3 milioni di tonnellate, il che avrebbe stabilito un nuovo record.

In 2012 / 13, il mondo ha prodotto poco più di 2.4 milioni di tonnellate di olio d'oliva, secondo i dati provvisori del CIO, in gran parte a causa di un anno disastroso per la produzione spagnola, che ha totalizzato solo 616,000 tonnellate.

Ma in questa stagione il CIO si aspetta che la Spagna ritorni a quasi 1.6 milioni di tonnellate, che è 58,800 tonnellate in più rispetto alle previsioni di ottobre ma uguali alle previsioni del governo regionale andaluso dello stesso tempo e il separatore GEA Westfalia Ibérica punta 1.7 milioni di tonnellate, rispetto al milione 1.35 previsto cinque mesi fa. Nei primi quattro mesi di questa stagione, da ottobre a gennaio, la Spagna aveva già trattato oltre 1.2 milioni di tonnellate, secondo l'agenzia di controllo alimentare e delle informazioni del paese,

Il CIO ha detto nel suo February newslet­ter aveva ridotto le sue stime "in base all'ultima serie di cifre ricevute da alcuni paesi membri del CIO". Oltre all'aumento delle previsioni per la Spagna, le prospettive sono anche superiori alla produzione inizialmente prevista in Portogallo, raggiungendo le tonnellate 85,000 e nessuna variazione in la stima di tonnellate 450,000 per l'Italia, ha detto.

Previsioni più basse per Grecia, Turchia

Nel frattempo, le proiezioni per Grecia e Turchia si applicano revisioni al ribasso. Lo scorso ottobre, la Grecia ha previsto un forte calo della produzione a un livello di 230,000 tonnellate a causa della grave siccità dell'estate; tuttavia, i dati più recenti indicano un tonnellaggio ancora più basso di tonnellate 157,500, in calo del 56 percento rispetto alla stagione precedente, ha affermato il CIO. In confronto, la produzione media della Grecia negli ultimi quattro anni di raccolto è stata di 318,400 tonnellate.

Si prevede che la produzione in Turchia raggiungerà il totale di 130, tonnellate 000, tonnellate 50,000 in meno di quanto inizialmente stimato, mentre altrove nei paesi membri del CIO la produzione sembra mantenere i valori iniziali, ha affermato il CIO.

Secondo Olimerca, anche il separatore di GEA Westfalia Ibérica prevede un aumento della produzione in Portogallo, che dovrebbe raddoppiare il totale rispetto alla scorsa stagione. (I dati IOC mostrano che il Portogallo ha prodotto quasi 60,000 tonnellate in 2012 / 13.) Allo stesso modo, gli aumenti sono previsti per l'Australia. e anche paesi come il Cile e il Marocco, "che negli ultimi sette anni hanno visto la loro produzione aumentare rispettivamente di sette e cinque volte".

La Turchia è in linea per un calo della produzione dell'60 e la Turchia e la Palestina hanno avuto problemi a causa del fenomeno noto in Spagna come vecería - una naturale alternanza tra raccolti ad alto e basso rendimento.



Commenti

Altri articoli su: , ,