` World Olive Oil Competition Voci in salita dalla Turchia, Croazia, Italia, Grecia - Olive Oil Times

World Olive Oil Competition Voci salite dalla Turchia, Croazia, Italia, Grecia

Aprile 26, 2021
Daniel Dawson

Notizie recenti

Nonostante un raccolto impegnativo in tutto il bacino del Mediterraneo e le difficoltà economiche causate dal Pandemia di covid-19, Il 2021 NYIOOC Concorso mondiale delle olive ha ricevuto un record di 1,171 iscrizioni da 28 paesi, secondo gli organizzatori.

Produttori di Croazia, Grecia, Italia e Turchia si sono iscritti in numero record per competere sulla scena mondiale e molti hanno presentato nuove variazioni di prodotto per distinguere i loro marchi nel mercato globale.

Diversi fattori - da più tempo trascorso negli oliveti a buoni raccolti - sono stati citati come motivi per cui più produttori hanno deciso di sottoporre i loro oli al 9th edizione della più grande e prestigiosa del mondo qualità dell'olio d'oliva concorso.

Vedi anche: World Olive Oil Competition Riceve il numero di record di voci

La Turchia è stata tra i paesi che hanno registrato un significativo aumento relativo delle entrate, con il doppio dei produttori che hanno aderito al World Olive Oil Competition nel 2021 come nel 2020.

I produttori turchi hanno presentato 87 candidature quest'anno, all'incirca tante candidature dal paese quante nei tre anni precedenti messi insieme.

Suzan Kantarcı Savas, un NYIOOC membro del panel dalla Turchia, ha detto Olive Oil Times crede che le strategie dei produttori stiano cambiando per adattarsi al mercato globale.

"Quando ho parlato con i produttori della concorrenza cinque anni fa, non credevano [sarebbe stato utile] ”, ha detto. "Al giorno d'oggi, le nuove generazioni pensano in modo diverso. Vogliono produrre olio d'oliva qualificato e vogliono condividere il loro valore con il mondo ".

Paese 20212020Variazione%
Italia252195+ 29
Grecia161126+ 28
Spagna139141-1
United States108120-10%
Croazia10060+ 67
Turchia8743+ 102
Portogallo6552+ 25
Tunisia5731+ 84
Francia3011+ 173
Media+ 55
Primi 10 paesi partecipanti al 2021 NYIOOC

Sebbene questa tendenza sia cambiata nel tempo, la spiegazione più immediata per il picco di nuovi iscritti in questa edizione del concorso può anche essere spiegata dal drammatico cambiamento consumo di olio d'oliva tendenze.

Il progetto pandemia chiusa gran parte del settore dell'ospitalità del paese, ma ha aumentato la domanda di oli d'oliva confezionati individualmente per uso domestico. Il NYIOOC i premi sono visti come un modo per i produttori di distinguersi da un campo affollato e sfruttare la tendenza causata dalla pandemia verso prodotti autentici.

competizioni-aziendali-i-migliori-oli-d'oliva-mondiali-mondiali-di-olio-d'oliva-voci-dalla-turchia-croazia-italia-grecia-olio-d'oliva-tempi

Suzan Kantarci Savas

Kantarcı Savas ritiene che anche l'economia abbia avuto un ruolo nel salto di voci. Negli ultimi dieci anni, la lira turca si è costantemente deprezzata rispetto al dollaro e attualmente si trova al suo punto più basso di sempre.

Una lira debole aumenta la redditività dei confezionati singolarmente esportazioni di olio d'oliva dalla Turchia. Un premio che dimostri il valore degli oli turchi all'estero può aumentare le vendite e portare valuta forte nel paese.

Anche i produttori croati hanno presentato quest'anno un numero record di candidature NYIOOC, inviando 100 campioni, il 67% in più rispetto al totale dello scorso anno.

Una combinazione di produzione di olio d'oliva il raggiungimento di un massimo di quattro anni abbinato a un'eccellente qualità riportata in tutto il paese ha probabilmente contribuito all'aumento delle entrate.

Tuttavia, Karolina Brkić Bubola, a capogruppo dalla Croazia, ha attribuito l'aumento ai produttori più piccoli che cercano di distinguersi sulla scena internazionale.

"I piccoli produttori non possono competere sui mercati internazionali in termini di quantità ”, ha detto Brkić Bubola Olive Oil Times. "Per i produttori croati, presentare un olio al NYIOOC è un'opportunità per ottenere il riconoscimento internazionale della qualità dei loro oli extra vergini di oliva, che porta anche il riconoscimento a tutta la Croazia come paese produttore ".

competizioni-aziendali-i-migliori-oli-d'oliva-mondiali-mondiali-di-olio-d'oliva-voci-dalla-turchia-croazia-italia-grecia-olio-d'oliva-tempi

Karolina Brkić Bubola

Insieme a molti altri paesi del Mediterraneo colpiti dalla pandemia Covid-19, il consumo interno di olio d'oliva in Croazia è diminuito con la chiusura dei settori della ristorazione e dell'ospitalità.

Come hanno fatto in Turchia, i produttori guardano sempre più all'esterno per vendere oli d'oliva e il NYIOOC è visto come uno dei modi migliori per aumentare la consapevolezza del marchio.

"Vincere un premio in questa competizione potrebbe dare ai produttori una migliore visibilità nel mercato internazionale e l'accesso a un maggior numero di clienti online interessati al loro prodotto ", ha affermato Brkić Bubola. "In questa situazione pandemica, [le vendite online] sono diventate uno degli strumenti più efficaci per presentare i propri prodotti ".

Antonio G. Lauro, nove volte NYIOOC membro del panel e leader del panel 2021, concorda sul fatto che i produttori ottengono sempre più premi da concorsi di olio d'oliva come un modo per aggiungere valore ai loro prodotti.

"Oggi, i produttori mondiali sono molto più attenti e accorti nell'identificare le strategie di marketing aziendale più efficaci ”, ha detto a Teatro Naturale. "Non partecipano in modo casuale a eventi petroliferi; semmai, favoriscono la partecipazione a occasioni la cui efficacia si è dimostrata essere una vera promozione dei loro prodotti ".

Vedi anche: Vincere a New York apre le porte, incoraggia l'innovazione a dire i produttori

"I concorsi vendono olio extravergine di oliva? " Ha aggiunto. "Certo che si."

Quest'anno i produttori italiani hanno presentato 252 candidature al NYIOOC - un aumento del 29% rispetto allo scorso anno, legando il totale più alto del paese nel 2018.

competizioni-aziendali-i-migliori-oli-d'oliva-mondiali-mondiali-di-olio-d'oliva-voci-dalla-turchia-croazia-italia-grecia-olio-d'oliva-tempi

Antonio. G. Lauro

L'aumento arriva nonostante a raccolto relativamente scarso nel paese, che ha prodotto circa 255,000 tonnellate, una diminuzione del 30% rispetto al raccolto dello scorso anno e del 40% rispetto alla campagna 2017/18.

Ha detto Lauro Olive Oil Times che l'aumento di quest'anno può essere collegato con il impatti devastanti della pandemia Covid-19 in Italia.

Lavorare nei boschetti per sfuggire al blocco e concentrarsi sempre più sulla qualità "era 'modo tutto italiano di rispondere a tempi di crisi come questo della pandemia ”, ha detto Lauro. Concentrarsi sulla produzione di olio d'oliva è stato un modo per gli italiani di affrontare il momento di crisi.

Nel frattempo, attraverso il Mar Ionio, anche la Grecia ha visto un aumento degli ingressi al NYIOOC. I produttori greci hanno presentato 126 candidature al concorso, con un aumento di quasi il 27% rispetto allo scorso anno.

NYIOOC Il leader del panel e consulente strategico Kostas Liris ha affermato che molti produttori greci hanno scelto di richiedere premi per i loro oli per ragioni simili a quelle delle loro controparti italiane.

"Tutti erano bloccati; potevi solo uscire per lavoro o per comprare l'essenziale per vivere ”, ha detto Liris Olive Oil Times. "Quello che potevi anche fare era andare nei campi a coltivare, e questo è ciò che ha fatto la maggior parte delle persone ".

competizioni-aziendali-i-migliori-oli-d'oliva-mondiali-mondiali-di-olio-d'oliva-voci-dalla-turchia-croazia-italia-grecia-olio-d'oliva-tempi

Kostas Liris

"Questa occupazione ha dato loro l'opportunità di iniziare a pensare in modo diverso alla loro produzione, al loro campo e al loro olio d'oliva ", ha aggiunto.

Hanno riferito anche produttori dalla Grecia raccolti di qualità superiore quest'anno. Liris ha affermato che il drammatico aumento dei webinar e la loro accessibilità ai produttori probabilmente hanno anche contribuito a migliorare la qualità.

Anche i produttori in Grecia hanno iniziato ad abbracciare le vendite online, ha aggiunto Liris, con molti marchi affermati che vendono online per la prima volta.

"Nuovi produttori hanno iniziato a imbottigliare e vecchi produttori hanno scoperto le vendite su Internet, ma per avere successo è necessario dimostrare che ciò che si sta producendo merita l'attenzione del cliente ", ha affermato.

"Il progetto NYIOOC è ben noto come la più grande competizione al mondo ", ha detto Liris. "Oltre a ciò, è una competizione che aggiunge valore tutto l'anno. "

"Naturalmente, i produttori vogliono inviare il loro prodotto a qualcuno di cui si fidano, ed è per questo che abbiamo avuto questo numero maggiore di partecipanti al NYIOOC", Ha aggiunto.





Related News

Feedback / suggerimenti