Foto: Oxitec

L'azienda britannica di biotecnologie Oxitec spera che una prova sul campo al mondo della sua mosca olivicola geneticamente modificata continui ancora quest'anno in Catalogna, nonostante abbia recentemente ritirato la sua domanda per l'esperimento.

Secondo quanto riportato dai media spagnoli, il processo era stato archiviato tra "molteplici ostacoli e salvaguardie ricercate dalle autorità spagnole", mentre GeneWatch UK ha sostenuto che era perché Oxitec mancava di risposte a domande sui potenziali impatti degli insetti "sull'uomo e sull'ambiente. ”

Ma il CEO di Oxitec Hadyn Parry ha detto Olive Oil Times il ritiro è stato "nulla di grave" ed è arrivato dopo che la Commissione nazionale per la biosicurezza della Spagna ha chiesto che si tenessero gli studi sui predatori. "Altrimenti tutto è molto positivo", ha detto.

Gli studi, ora in corso, esamineranno l'impatto della mosca dell'olivo sulle specie di ragno e parassitoidi delle ulivite (che depongono le loro uova nella mosca dell'olivo) e dovrebbero impiegare un paio di mesi.

"Abbiamo chiesto se loro (la commissione) avrebbero tenuto aperto il file o se avremmo dovuto ritirare e inviare nuovamente - e hanno preferito quest'ultimo. Quindi completeremo il lavoro nel primo trimestre dell'anno e quindi reinoltreremo. Spero che continueremo a essere d'accordo per un processo in autunno ", ha detto Parry.

L'autorità catalana era in attesa di informazioni da Oxitec

La commissione non ha ancora risposto a una richiesta di commento, ma una portavoce del ministero dell'Agricoltura, dell'allevamento, della pesca, dell'alimentazione e dell'ambiente catalano ha detto che Oxitec aveva consigliato di ritirare la sua domanda in una lettera del dicembre 2.

"La commissione catalana per la biosicurezza aveva chiesto la presentazione di ulteriori informazioni sulla proposta (di prova), una richiesta che non era stata accolta", ha affermato.

Paure sull'impatto sulla salute e sull'impatto ambientale

La proposta di Oxitec era quella di condurre il processo in collaborazione con - e con la terra di appartenenza - l'istituto catalano di ricerca sull'agricoltura, l'alimentazione e l'acquacoltura IRTA.

Parry ha detto che l'anno scorso avrebbe coinvolto sei lotti su un sito - ogni trama riguardava 0.14ha e quattro alberi - a circa 8 km dal porto di Tarragona, una delle principali regioni di produzione di olio d'oliva della Catalogna.

La mosca dell'olivo è uno dei parassiti principali che influenzano la coltivazione dell'olivo ed è gestita principalmente attraverso i pesticidi. Oxitec ritiene che la sua varietà di mosca olivicola modificata, chiamata OX3097D-Bol e sviluppata circa tre anni fa, offra una soluzione più efficace e priva di sostanze chimiche.

Ma la regista di GeneWatch UK Helen Wallace ha detto che le preoccupazioni del gruppo riguardo all'esperimento includono l'impatto sulla catena alimentare e sulla salute umana e animale, "di un gran numero di larve GM morte negli ulivi, e l'impatto ambientale del rilascio di un gran numero di non- mosche native GM che non possono essere contenute. "


Commenti

Altri articoli su: , ,