Nuovi dati rivelano che il con­cen­tra­tion of car­bon diox­ide in the atmos­phere è salito a livelli record durante il mese di maggio.

Secondo le letture pubblicate a giugno 4, 2019 dall'Osservatorio Mauna Loa alle Hawaii, dalla National Oceanic and Atmospher Administration degli Stati Uniti (NOAA) e Scripps Institution of Oceanography presso l'Università della California, San Diego, i livelli di biossido di carbonio sono stati in media parti 414.7 per milione ( ppm) a maggio 2019. Questo è 3.5 ppm superiore alla quantità misurata allo stesso tempo l'anno scorso.

Questo è il settimo anno consecutivo in cui i livelli di anidride carbonica sono aumentati. I livelli di quest'anno rappresentano anche il picco stagionale più alto registrato e il secondo aumento annuale più elevato negli ultimi anni di 60.

Nell'ultimo decennio, l'aumento dei livelli di anidride carbonica ha raggiunto un tasso di crescita medio annuo di 2.2 ppm rispetto a 1.5 ppm negli 1990. Più recentemente, questa cifra è salita ancora più in alto e più velocemente.

Guarda anche: Climate Change News

I livelli di anidride carbonica sono stati monitorati da 1958 al Mauna Loa Observatory, situato nell'Oceano Pacifico in cima al più grande vulcano delle Hawaii.

"È estremamente importante disporre di queste accurate misurazioni a lungo termine di CO2 al fine di comprendere la rapidità con cui i combustibili fossili stanno cambiando il nostro clima", ha affermato Pieter Tans, scienziato senior presso la divisione di monitoraggio globale della NOAA. "Si tratta di misurazioni della vera atmosfera e non dipendono da alcun modello, ma ci aiutano a verificare le proiezioni dei modelli climatici, che semmai hanno sottovalutato il rapido ritmo di cli­mate change essere osservato. "

L'aumento delle concentrazioni di biossido di carbonio nell'atmosfera è indice di un aumento della combustione di combustibili fossili.

"Vi sono prove abbondanti e conclusive che l'accelerazione è causata dall'aumento delle emissioni", ha detto Tans.

Le concentrazioni globali di anidride carbonica sono misurate nel mese di maggio perché è quando raggiungono il picco, appena prima dell'inizio della primavera nell'emisfero settentrionale e la crescita della vegetazione che assorbe l'anidride carbonica.

L'anidride carbonica è un gas serra che provoca il riscaldamento globale ed è in gran parte prodotto dall'uomo attraverso la combustione di combustibili fossili come carbone, petrolio e gas.

"Molte proposte sono state fatte per mitigare il riscaldamento globale, ma senza una rapida riduzione delle emissioni di CO2 da combustibili fossili, sono praticamente inutili", ha aggiunto Tans.

L'aumento dei gas serra nell'atmosfera è stato collegato sea lev­els ris­ing faster than expected così come le previsioni droughts may become more preva­lent in Nord America e in Europa.

"Il tasso di crescita di CO2 è ancora molto elevato", ha affermato Ralph Keeling, della Scripps Institution of Oceanography. “L'aumento rispetto allo scorso maggio è stato di 3.5 ppm, che è ben al di sopra della media dell'ultimo decennio. Probabilmente stiamo vedendo l'effetto delle lievi condizioni di El Niño sull'utilizzo record di combustibili fossili. "

In 2014, le letture dell'Osservatorio di Mauna Loa hanno rivelato che i livelli di biossido di carbonio avevano superato la soglia di ppm di 400. Gli scienziati avvertono che concentrazioni superiori a 450 ppm possono innescare aumenti di temperatura ed eventi meteorologici estremi.




Commenti

Altri articoli su: ,