`I fisici vincono il premio Nobel per aver spiegato il cambiamento climatico - Olive Oil Times

I fisici vincono il premio Nobel per aver spiegato il cambiamento climatico

Ottobre 19, 2021
Costas Vasilopoulos

Notizie recenti

Il Premio Nobel 2021 per la fisica è stato assegnato a tre scienziati per la ricerca innovativa nella comprensione di sistemi fisici complicati, tra cui il clima terrestre e cambiamento climatico.

Due degli scienziati, l'americano di origine giapponese Syukuro Manabe e il tedesco Klaus Hasselmann, hanno vinto insieme metà del premio per la loro ricerca indipendente sulla modellazione del clima del pianeta e sulla spiegazione del funzionamento interno del cambiamento climatico, compreso l'impatto degli esseri umani.

Le scoperte riconosciute quest'anno dimostrano che le nostre conoscenze sul clima poggiano su solide basi scientifiche, basate su una rigorosa analisi delle osservazioni.- Thors Hans Hansson, presidente, Comitato Nobel per la fisica

Manabe, un esperto meteorologo presso l'Università di Princeton, ha dimostrato negli anni '1960 come l'aumento dei livelli di anidride carbonica nell'atmosfera potrebbe portare a temperature più elevate sulla superficie terrestre. È anche un pioniere nella definizione dei modelli climatici utilizzati dai meteorologi oggi.

Vedi anche: Il mondo non riesce a rispettare le riduzioni delle emissioni promesse nell'accordo di Parigi

Hasselmann, professore al Max Planck Institute for Meteorology di Amburgo, ha spiegato negli anni '1970 perché i modelli climatici sono affidabili nonostante l'imprevedibilità e la natura caotica del clima globale. Lo ha anche dimostrato aumento della temperatura atmosferica è legato alle emissioni umane di anidride carbonica.

L'altro vincitore, Giorgio Parisi, fisico teorico dell'Università La Sapienza di Roma, è stato premiato per il suo lavoro nell'identificare schemi nascosti in sistemi complessi disordinati, che vanno dagli atomi dei materiali magnetici all'atmosfera dei pianeti.

Syukuro Manabe, Giorgio Parisi e Klaus Hasselmann

I suoi modelli matematici possono essere utilizzati per spiegare altri sistemi complessi in diversi campi scientifici, tra cui la biologia, le neuroscienze e l'apprendimento automatico.

"Le scoperte riconosciute quest'anno dimostrano che le nostre conoscenze sul clima poggiano su solide basi scientifiche, basate su un'analisi rigorosa delle osservazioni", ha affermato Thors Hans Hansson, presidente del Comitato Nobel per la fisica. "I vincitori di quest'anno hanno tutti contribuito a farci conoscere più a fondo le proprietà e l'evoluzione dei sistemi fisici complessi”.

I vincitori hanno avuto voce in capitolo sulla gravità della trasformazione del clima della Terra e sul difficoltà che gli scienziati devono affrontare nel convincere persone e politici ad agire.

Manabe ha detto che fare politica sul clima è "mille volte più difficile” che fare previsioni climatiche, aggiungendo che "clima [la politica] coinvolge non solo l'ambiente, ma anche l'energia, l'agricoltura, l'acqua e tutto ciò che si può immaginare. Quando questi grandi problemi della società sono tutti intrecciati tra loro, puoi capire quanto sia difficile risolvere questa cosa”.

Hasselmann ha affermato che il riscaldamento della Terra non è una novità e ha sottolineato la riluttanza che le persone dimostrano nell'agire contro il cambiamento climatico.

"Abbiamo messo in guardia sui cambiamenti climatici per circa 50 anni", ha detto. "È solo che le persone non sono disposte ad accettare il fatto che devono reagire ora a qualcosa che accadrà tra qualche anno, e questo è qualcosa contro cui stiamo combattendo da molti anni come scienziati del clima».

Le cerimonie del Premio Nobel per i vincitori in tutti i campi previste per il 10 dicembre a Stoccolma e Oslo dovrebbero essere ridimensionate a "una miscela di eventi fisici e digitali” a causa del Pandemia di covid-19, ha annunciato la Fondazione Nobel.





pubblicità

Related News

Feedback / suggerimenti