`Gli agricoltori spagnoli di olio d'oliva chiedono di indagare sulla manipolazione dei prezzi - Olive Oil Times

Gli allevatori di olio d'oliva spagnoli chiedono la manipolazione del prezzo

Può. 2, 2013
Julie Butler

Notizie recenti


Segretario generale COAG Jaén Juan Luis Ávila

L'accusa manipolazione dei prezzi da parte dei distributori di olio d'oliva dovrebbe essere indagata dal cane da guardia della concorrenza spagnolo, afferma uno dei principali sindacati agricoli del paese.

La COAG ha dichiarato che i suoi avvocati stavano preparando i dati da presentare alla National Competition Commission (CNC) la prossima settimana per sostenere la richiesta di un'inchiesta.

Il segretario generale di COAG-Jaén, Juan Luis Ávila Castro, ha detto Olive Oil Times il fatto che i prezzi franco fabbrica stavano scendendo tra il peggior raccolto della Spagna in 20 anni e scorte molto basse, lo stava dicendo.

"La situazione attuale non riflette il libero funzionamento della legge della domanda e dell'offerta, suscita il sospetto che le poche grandi società che dominano la distribuzione possano concordare congiuntamente di non acquistare in determinati momenti in modo da abbassare il prezzo all'ingrosso - e questo è illegale ", Ha affermato.

"Poiché si aspettano che il prossimo raccolto sia abbondante - qualcosa di cui dubitiamo a causa della nevicata fuori stagione di tarda ora - e sanno che gli agricoltori sono al loro limite, pensiamo che cercheranno di trattenere gli acquisti di nuovo qui fino alla fine di questo mese o giugno , quando le cooperative saranno pronte a regalare praticamente il loro petrolio ”.

La fornitura di olio d'oliva più economico dal Marocco, dall'Algeria e dalla Grecia si stava prosciugando, ha detto Ávila.

"Ciò che possiamo fare è offrire dati chiari al CNC, il cui ruolo è indagare se ci può essere una strategia condivisa dalle aziende per agire in contrasto con la legge della domanda e dell'offerta ", ha affermato.

Secondo l'osservatorio dei prezzi POOLred della Spagna, il prezzo medio franco frantoio per l'olio d'oliva in Spagna per l'ultima settimana di aprile è stato di € 2.69 al chilo, in calo da € 2.83 nell'ultima settimana di marzo e € 2.86 alla fine di gennaio, ma ancora ben al di sopra di 1.67 € all'inizio dello scorso luglio, quando i prezzi hanno iniziato a recuperare in Spagna dopo diversi anni ai minimi storici.

Gli agricoltori che lottano

Ávila ha dichiarato che dopo le tre stagioni precedenti, con prezzi delle stalle inferiori ai costi di produzione, gli agricoltori non avevano più risparmi e ora pagavano di più per fertilizzanti, carburante ed elettricità.

"Il prezzo degli allevamenti di olio d'oliva è dimezzato e ce ne sono molti sul mercato - molte persone sono in rovina finanziaria ", ha detto.

Inoltre, molti agricoltori hanno smesso di pagare i loro contributi annuali in media circa € 600 / ha per i programmi di irrigazione comunali. "Il che presumibilmente significa che la loro acqua verrà interrotta e che finiranno in una situazione molto difficile dato che i loro alberi sono utilizzati per l'irrigazione ", ha detto.

Related News

Feedback / suggerimenti