`La dieta mediterranea con EVOO riduce il declino cognitivo nell'età avanzata - Olive Oil Times

La dieta mediterranea con EVOO riduce il declino cognitivo in età avanzata

Febbraio 8, 2016
Jedha Dening

Notizie recenti

Di fronte ai più alti tassi di declino cognitivo e demenza nella storia, (un incredibile 47.5 milioni in tutto il mondo con Alzheimer, con 9.9 milioni di nuovi casi ogni anno), secondo i sondaggi condotti negli Stati Uniti e in Australia, la perdita della capacità mentale è una delle maggiori paure dell'invecchiamento della popolazione.

Sebbene l'età sia un fattore di rischio significativo, i ricercatori hanno esplorato gli effetti sinergici di interi schemi dietetici come un'influenza sulla salute del cervello. Secondo uno studio pubblicato da Knight, Bryan e Murphy in Aging Research Reviews, 2016, piuttosto che cibi e ingredienti isolati, ora è diventato più evidente che "Si ritiene che le azioni combinate e correlate di più componenti alimentari all'interno di interi schemi dietetici producano effetti sinergici, additivi e interattivi unici nel cervello ".

Durante l'iniziativa Dieta mediterranea (MedDiet) è stato a lungo considerato uno dei modelli dietetici più sani del mondo, quindi i ricercatori Knight, Bryan e Murphy hanno deciso di esaminare le prove che circondano MedDiet, insieme alla dieta occidentale contemporanea, e le loro associazioni con il declino cognitivo legato all'età. Hanno anche cercato di determinare se potesse essere una strategia di intervento fattibile raccomandare il MedDiet a coloro che attualmente consumano un modello dietetico occidentale.

L'obesità è associata a un aumento del rischio di demenza del 70-100%. È abbastanza noto che la dieta occidentale contribuisce in modo determinante ai crescenti tassi di obesità. Gli autori lo suggeriscono "sta ora diventando evidente che i problemi clinici legati all'obesità si stanno traducendo in effetti sulla fisiologia e sulla funzione del cervello ". Esiste anche un consenso sul fatto che particolari nutrienti come i grassi saturi, trans e gli zuccheri raffinati contribuiscono alla funzione cognitiva legata all'età e alle malattie neurodegenerative attraverso meccanismi biologici tra cui infiammazione, stress ossidativo e resistenza all'insulina.

Per quanto riguarda l'associazione tra MedDiet e declino cognitivo, diversi studi longitudinali, tre trasversali e due randomizzati valutati nella revisione hanno mostrato un consenso generale sul fatto che l'adesione a un MedDiet migliora il deterioramento cognitivo lieve, l'Alzheimer e la demenza. Tuttavia, a causa della natura della maggior parte degli studi longitudinali eseguiti nella stessa coorte di partecipanti, gli autori suggeriscono che questi risultati potrebbero non essere applicabili alla popolazione più ampia.

La qualità conta.
Trova i migliori oli d'oliva del mondo vicino a te.

I due studi di controllo randomizzati, gli unici due in quest'area fino ad oggi, hanno dimostrato che consumare un MedDiet con olio extravergine d'oliva (EVOO), infatti, migliora la funzione cognitiva.

Il primo studio pubblicato nel Journal of Neurology, Neuroscience & Psychiatry, 2013, ha selezionato 552 partecipanti con malattie cardiovascolari per condurre uno studio di 5 anni con un follow-up medio di 6.5 anni. I partecipanti sono stati randomizzati a una dieta a basso contenuto di grassi oa un MedDiet integrato con EVOO o noci miste. Il gruppo MedDiet aveva punteggi cognitivi globali significativamente più alti rispetto al gruppo a basso contenuto di grassi.

Il secondo studio, pubblicato su JAMA Internal Medicine, 2015, ha selezionato 447 partecipanti con alto rischio cardiovascolare che sono stati assegnati in modo casuale a un MedDiet integrato con EVOO; MedDiet integrato con noci miste; o una dieta a basso contenuto di grassi di controllo. I partecipanti dovevano sottoporsi a una serie di test cognitivi 4.1 anni dopo l'intervento. Nel complesso, MedDiet + EVOO ha ottenuto un punteggio significativamente più alto per due dei test rispetto a entrambi i gruppi. Il gruppo MedDiet + EVOO e le noci miste MedDiet + hanno visto cambiamenti significativi rispetto al basale nella memoria, frontale (attenzione e funzioni esecutive) e funzione globale rispetto al gruppo di controllo.

Sebbene ci siano probabilmente molti effetti sinergici di MedDiet nella sua influenza sul miglioramento della funzione cognitiva, i ricercatori affermano che l'inclusione di olio d'oliva, in particolare a causa dei suoi alti livelli di acido caffeico e tirosolo, riduce i marcatori di infiammazione nel sistema nervoso centrale e ha la capacità di sopprimere la neuroinfiammazione nel cervello.

Nel complesso, la ricerca suggerisce che un MedDiet è la migliore strategia da consigliare alle persone che vogliono diminuire il loro tasso di declino cognitivo, Alzheimer, demenza o lieve deterioramento cognitivo. Tuttavia, anche se questo può essere il caso, i ricercatori suggeriscono che a causa dei valori socioculturali, delle norme, della disponibilità di cibo, dei costi, dell'appetibilità e dell'accesso al cibo, indurre le persone a cambiare i loro schemi alimentari può spesso essere difficile da ottenere. Suggeriscono che un altro "L'intervento di MedDiet occidentalizzato potrebbe essere un approccio a lungo termine più fattibile che vale la pena esplorare nella ricerca futura.


Related News

Feedback / suggerimenti