cipro-ritiene-suo-proprio-ampolla-ban-cypriot-ministro-di-agricolo-nicos-kouyialis
Ministro cipriota dell'agricoltura, delle risorse naturali e dell'ambiente Nicos Kouyialis

Come riportato la scorsa settimana da Olive Oil Times, il governo spagnolo sta preparando un decreto reale che costringe i ristoranti e le barre del paese a sostituire i contenitori di olio riutilizzabili con bustine monouso chiaramente etichettate o bottiglie di olio. L'annuncio, fatto dal ministro dell'Agricoltura Miguel Arias Cañete, è stato uno shock dopo che l'Unione europea ha preso la decisione di ritirarsi dalla proposta di vietare le navi ricaricabili in Europa a maggio.

Quando è stato informato sull'articolo, il ministro dell'agricoltura cipriota Nicos Kouyialis, entrato in carica lo scorso marzo, ha concordato con la logica della sua controparte spagnola. Kouyialis lo ha notato extra virgin L'olio d'oliva a Cipro ha un significato storico e, dato che Cipro non è solo una destinazione turistica ma anche un paradiso per gli uomini d'affari internazionali e le loro famiglie, la qualità dell'olio d'oliva non può essere alterata.

Ha detto che è assolutamente d'accordo con il suo collega spagnolo quando ha detto che la proposta di vietare le ampolle "era essenziale per mantenere la rigorosa politica di promozione e informazione del settore, così come il mantenimento del marchio spagnolo." Kouyialis ha aggiunto che ogni paese deve proteggere il nome e la qualità dei suoi prodotti tradizionali e, in questo modo, la cultura che circonda i prodotti sarà protetta anche da coloro che sono alla ricerca di profitti rapidi. Il ministro ha detto che l'uso di bottiglie di olio di vetro per l'olio d'oliva, sigillato dal produttore, impedirà il rifornimento di bottiglie di bottiglie di olio sfuso di qualità inferiore, a volte addirittura vicino alla qualità degli originali.

Aggiungendo ulteriore sostegno, l'Associazione dei consumatori ciprioti ha annunciato che se il ministro dell'agricoltura dovesse emettere un tale ordine, farebbe un favore a tutti - i produttori, i consumatori e persino i proprietari dei ristoranti. Anche l'associazione dei consumatori ha aggiunto che i costi di tale misura sarebbero minimi.

Anche l'Associazione dei proprietari dei ristoranti ha accolto favorevolmente l'idea e ha proposto ai produttori di olio d'oliva di cercare programmi di private label per ristoranti e servizi di ristorazione, una richiesta che è stata vista molto positivamente dall'Associazione dei produttori.

Phanos Leventis, presidente dell'Associazione Proprietari dei ristoranti, ha dichiarato: "dopotutto è considerato prestigioso a Cipro che i ristoranti abbiano il loro nome stampato su ottime bottiglie di vino, quindi perché non sulle miniature di olio d'oliva?"

Kouyialis ha detto che i dipendenti del ministero saranno addestrati per garantire che la misura sia applicata con successo e che le bottiglie portino le informazioni necessarie, come data e luogo di produzione, date di scadenza e certificazioni del produttore.


Altri articoli su: , , ,