`Oliveti e 'Fracking' - Olive Oil Times

Olive Groves e "Fracking"

Può. 20, 2013
Marcos Catena Viedma

Notizie recenti

I nostri uliveti hanno uno spavento dopo l'altro. Risulta che la principale minaccia per gli uliveti non è l'espansione delle colture cinesi, la produzione marocchina, i prezzi bassi o la riforma della politica agricola comune (PAC).

Il problema più grande può già essere visto all'orizzonte ed è molto più grave di quelli sopra menzionati. Questa minaccia è il fracking - detta anche fratturazione idraulica. È meglio che ci abituiamo al nome e al nome dell'azienda che c'è dietro: Oil & Gas Capital, Ltd.

Questa tecnica si basa sull'estrazione del gas naturale mediante perforazione di un pozzo, prima in verticale e poi con giri e proseguendo in orizzontale. Una miscela di acqua e sabbia viene pompata nel pozzo ad alta pressione insieme a quasi 400 diversi prodotti chimici. Questi pozzi raggiungono profondità di circa 2,000 e 3,000 metri ma potrebbero anche raggiungere i 5,000 metri sotto terra.

L'ardesia si rompe e consente il rilascio di gas naturale. Secondo una relazione del Parlamento europeo, tra le sostanze che vengono iniettate possiamo trovare sostanze tossiche, allergeniche, mutagene e cancerogene - rilasci dannosi che le aziende hanno fatto di tutto per non doverli dichiarare.

La qualità conta.
Trova i migliori oli d'oliva del mondo vicino a te.

Visita NBCNews.com per ultime notizie, notizie dal mondo e notizie sull'economia

Quindi, come influisce sugli uliveti?

Oil & Gas Capital ha richiesto e ottenuto numerosi permessi per lo sfruttamento del gas nella provincia di Jaén mediante questa tecnica.

Mi concentrerò sul caso dell'acquifero giurassico di Úbeda, un enorme acquifero gassato e altamente fratturato che soddisfa i requisiti per sopportare il peso di tutti gli impatti negativi che questa tecnica può causare.

La falda acquifera di Úbeda è un ottimo esempio di questa situazione, che potrebbe estendersi alle falde acquifere di tutta la provincia, e che interesserà le principali aree di produzione della provincia - alcuni dei comuni più importanti come Úbeda, Baeza e Villacarrillo.

L'area di Úbeda si trova su un'enorme falda acquifera che copre circa 20,000 chilometri quadrati. Questa falda acquifera, dove sono presenti circa 300 pozzi, irriga 20.000 ettari di oliveto. Sopra di essa è presente anche un'altra piccola falda acquifera che ricarica quella di Úbeda e ad essa collegata per l'enorme quantità di pozzi perforati.

Oil & Gas Capital ha richiesto una serie di permessi nella provincia. Due di loro - l'Ulises 2, che è in vigore, e l'Himicle 3, per il quale la società ha fatto richiesta - effettueranno la falda acquifera nella sua estremità sud-occidentale.

Se in quest'area vengono perforati dei pozzi con questa tecnica di fracking, la falda acquifera potrebbe essere seriamente danneggiata. A seconda delle direzioni di flusso dell'acquifero, queste aree possono essere inquinate:

  • La falda acquifera stessa, tenendo conto delle parti confinate e non confinate, ammonta a 880 km²
  • Il fiume Guadalimar, che è collegato alla falda acquifera e ad uno scarico naturale dell'acqua
  • Il bacino di Giribaile che raccoglie l'acqua dal fiume Guadalimar ed è a diretto contatto con la falda acquifera
  • Il Basso Guadalquivir, poiché il fiume Guadalimar è il suo principale affluente
  • La superficie carbonatica dell'area di Beas de Segura - come a detta di molti, potrebbe essere collegata alla falda acquifera
  • L'acquifero miocenico di Úbeda sulla superficie di esplorazione e collegato tramite pozzi con l'acquifero carbonatato più profondo

.

Inquinamento acquifero

L'inquinamento dell'acquifero sarebbe più probabile a causa della sua elevata permeabilità, delle intense fratture a cui è sottoposto e della sua grande profondità. Il pozzo più profondo è 770 metri di profondità.

Inoltre, le ultime ricerche condotte attraverso esplorazioni sismiche, meccaniche ed elettriche verticali individuano una serie di faglie strike-slip di circa 30 e 100 metri di profondità che interessano la falda acquifera e la sua unità sottostante che possono raggiungere la profondità in cui è previsto lo sfruttamento del fracking. posto.

Questi guasti possono collegare l'area di sfruttamento altamente inquinata alla falda acquifera e, allo stesso tempo, la falda acquifera stessa si collega al fiume Guadalimar, alla falda acquifera miocenica di Úbeda e persino alla falda acquifera del Parco Naturale.

Sismicità

Un altro effetto dannoso potrebbe essere l'aumento dell'attività sismica dell'area. Ci sono 3 difetti principali, oltre a quelli di dimensioni minori. Questi difetti interessano i materiali più profondi e, come conseguenza della lubrificazione originata dall'iniezione del fluido, i difetti possono riattivarsi.

Inoltre, la sismicità può anche aumentare a causa di queste iniezioni, del fracking idraulico e delle esplosioni, oltre ai bruschi cambiamenti del livello dell'acqua.

Gli esperti attuali pensano che tra i terremoti il ​​possibile innesco fa sì che un fattore importante da prendere in considerazione sia l'azione dell'acqua - sia nella falda acquifera che nelle sue unità sottostanti e sovrastanti. Quest'acqua può provocare nuove fratture o la riattivazione di guasti.

Un altro effetto che può aumentare la sismicità nell'area sarebbe la dissoluzione di una grande quantità di evaporiti dall'unità geologica esistente sotto l'acquifero. Ciò è dovuto all'apporto di un'enorme quantità di acqua per lo sfruttamento che può attraversare le fratture dai livelli inferiori e che può provocare crolli o movimenti diapirali che intensificherebbero il numero dei terremoti.

Difficoltà

Troveremo l'inquinamento che si diffonde in gran parte della provincia a causa dell'inquinamento delle acque superficiali e sotterranee.

Difficilmente potremmo pubblicizzare i nostri uliveti e l'olio d'oliva come un ottimo prodotto se la nostra terra fosse irrigata con acque altamente inquinate.

Anche il Parco Naturale di Cazorla, Segura e Las Villas verrebbero danneggiati se questo inquinamento lo raggiungesse, così come lo slogan della provincia "Jaén, paraíso interior "(" Jaén, inner paradise ")

Nemmeno la creazione dell'occupazione tanto necessaria è un valido pretesto poiché l'aspettativa di vita media dei pozzi si aggira intorno ai 5 o 6, e le aziende che li sfruttano presumibilmente assumerebbero lavoratori già formati in Texas o Oklahoma, ad esempio. Questa situazione finirà con un'area inutile per i suoi scopi originali.

Vorrei incoraggiare questo settore a fare qualche ricerca sull'argomento e su questa minaccia in rapida ascesa che alcune organizzazioni agrarie, come l'UPA (associazione di piccoli proprietari di bestiame e agricoltori) o COAG (coordinatore di proprietari di bestiame e associazioni di agricoltori). ), hanno già segnalato. Inoltre voglio anche incoraggiare le città colpite a seguire l'esempio di Torreperogil e dichiararsi come "fracking free towns ".

Repsol Investigaciones petrolíferas SA ha cessato il permesso per cui aveva chiesto a causa delle accuse mosse dalla Casa di Alba per aver danneggiato i loro interessi. Tuttavia, il governo locale di Úbeda, città che avrà le acque sotterranee colpite, ha sminuito dichiarando la città come "Fracking free ”per via dei voti dei due maggiori partiti.

Spero che si rendano conto del loro errore e che il nostro albero, che è l'albero sacro di Atena, trionfi ancora una volta e che i nostri politici non seguiranno i canti delle sirene. Da ciò dipende il nostro futuro.

Hai un'opinione che vorresti condividere in un articolo? Vedi il nostro modulo di presentazione e linee guida qui.

Related News

Feedback / suggerimenti