`La mappatura del trascrittoma dell'olivo è la chiave per l'efficienza del settore - Olive Oil Times

Mappatura del trascrittoma degli ulivi chiave per l'efficienza del settore

Marzo 7, 2013
Naomi Tupper

Notizie recenti

I ricercatori dell'Università di Jaén hanno collaborato con un gruppo multidisciplinare per mappare il trascrittoma (l'insieme di tutte le molecole di RNA prodotte in una popolazione di cellule) dell'olivo, un passo che si spera per migliorare l'efficienza e ridurre il costo dell'olivo produzione e lavorazione.

I programmi tradizionali di allevamento delle olive si concentrano su tratti desiderabili come un breve periodo giovanile e le caratteristiche dell'olio, come la composizione degli acidi grassi e i composti fenolici che sono richiesti sul mercato. Importante è anche la forma strutturale dell'albero, con quelle adatte alla raccolta meccanica più ricercate. Comprendendo le basi molecolari di queste caratteristiche, il processo può essere ottimizzato più facilmente rispetto ai metodi tradizionali. Tuttavia, le informazioni riguardanti il ​​patrimonio genetico dell'olivo non sono ancora prontamente disponibili, nonostante i vantaggi che tali informazioni conferiscono all'industria, quindi la nuova mappatura ha il potenziale per facilitare la crescita e lo sviluppo del settore olivicolo.

Lo studio, che è stato pubblicato sulla rivista DNA Research, si concentra sulla mappatura e registrazione del trascrittoma dell'olivo, Olea europaea L, che è uno degli alberi da frutto più diffusi nel bacino del Mediterraneo e vitale per l'economia della regione. Il trascrittoma è la parte del genoma che contiene il maggior numero di geni e quindi fornisce la maggior quantità di informazioni codificate nel DNA totale della pianta. Il recente studio si è concentrato in particolare sulla percentuale 80 dei geni dell'olivo che sono correlati ad aree utili agli allevatori, come la maturazione, la crescita dei frutti e quando l'albero inizia a produrre frutti.

Il tessuto delle olive in varie fasi, tra cui frutta, radici, foglie e semi, viene analizzato in diversi periodi di sviluppo per fornire informazioni sulla funzione genica in queste diverse fasi di sviluppo. I geni utilizzati dalle cellule nei diversi tessuti in vari momenti vengono analizzati per portare all'ottimizzazione del processo di sviluppo dell'albero e dei frutti. Diverse varietà come Picual, Arbequina e Lechin di Siviglia sono state incluse nelle analisi.

Si spera che lo studio fornisca preziose informazioni agli olivicoltori e agli allevatori e consenta di sviluppare progetti per ottenere varietà nuove e migliorate a basso costo e con maggiore efficienza rispetto ai metodi esistenti. Può anche servire come dispositivo per la risoluzione dei problemi, consentendo le migliori soluzioni a problemi di allevamento specifici.

Il nuovo studio fa parte del progetto Oleaga, iniziato nel 2008 con lo scopo di generare una mappa genetica dell'olivo. Le informazioni ottenute dal progetto si spera per garantire un'agricoltura più produttiva e redditizia, così come ha la produzione di oli di qualità superiore che conferiscono maggiori benefici per la salute.



pubblicità

Related News

Feedback / suggerimenti