Produzione

Il produttore egiziano ha una maggiore richiesta di olio d'oliva privo di pesticidi

Febbraio 29, 2012
Di Julie Butler

Notizie recenti

Khalil Nasrallah

Secondo il produttore egiziano Wadi Food, i consumatori chiedono a gran voce prodotti privi di pesticidi prima dell'olio di oliva biologico.

Il direttore esecutivo con sede a Giza, Khalil Nasrallah, afferma che la società riceve molte più domande sui suoi prodotti privi di pesticidi rispetto a quelli biologici certificati. "È difficile giustificare le differenze di prezzo tra organico e convenzionale", ha affermato.

“Il biologico è un vantaggio ma non sempre necessario. I nostri clienti considerano l'olivo e l'oliveto come "biologici" e quindi si aspettano che i prodotti olivicoli siano gli stessi anche senza certificazione. Resta inteso che i pesticidi nell'olio sono impossibili da lavare e poiché l'olio d'oliva non viene trattato in alcun modo, è estremamente importante iniziare con olive senza pesticidi ", ha detto Olive Oil Times.

Mentre la società non sta in alcun modo abbandonando la sua produzione biologica, sta espandendo la sua linea senza pesticidi e sta usando GLOBALG.AP per la certificazione.


“I clienti vogliono assicurarsi che l'olio sia privo di pesticidi. I certificati sono importanti ma l'analisi è ancora più importante. Ispezioni di terze parti sono richieste frequentemente per assicurarsi che l'olio sia privo di pesticidi prima della spedizione. È lo stesso anche per le olive da tavola ”, ha detto Nasrallah.

La produzione di olio d'oliva senza pesticidi non è difficile in Egitto perché "il clima è molto conveniente per il controllo biologico dei parassiti e l'uso dei predatori", ha detto. L'azienda utilizza metodi che non lasciano residui nell'olio, secondo Nasrallah, e utilizza solo olive coltivate nei propri boschi. "È il modo migliore per garantire la completa tracciabilità."

pubblicità

L'alto costo dell'olio di oliva biologico

Nasrallah ha affermato che tutte le pratiche coinvolte nella coltivazione biologica - e la stessa certificazione - lo hanno reso costoso. "La certificazione dell'agricoltura unita alla certificazione dell'impianto di lavorazione rende il doppio più costoso ottenere da solo i prodotti biologici certificati rispetto ai prodotti freschi."

E mentre i fertilizzanti sintetici sono economici, prontamente disponibili e facili da diffondere attraverso la fertirrigazione, i fertilizzanti organici sono costosi da acquistare e il compost è molto costoso da produrre e distribuire agli alberi. "Con solo fertilizzanti organici, a volte otteniamo rese inferiori da 25 a 30 percento".

pubblicità

L'acquisto del locale è il migliore

Nasrallah lo avverte anche olio d'oliva biologico spesso non viene consumato nel suo paese di origine ma importato da paesi lontani. “La spedizione di questo petrolio verso questi mercati è fatta ad alto costo della combustione di combustibili fossili e della sconfitta dello scopo dei valori di produzione organici. Come olivicoltore biologico, desidero che il consumatore sia preoccupato per l'ambiente quanto lo sarei, e per acquistare le mie olive e olio d'oliva certificati biologici. Funziona perfettamente nel mercato locale. Ma quando esportiamo, l'impronta di carbonio è alta e l'intera catena del valore organica si indebolisce e diventa discutibile. "

pubblicità

Wadi Food sta attualmente coltivando ulteriori 956 ettari di terreno sotto il livello del mare situato a ovest del delta del Nilo.