`Pandolea riprende il "tour della bruschetta" - Olive Oil Times

Pandolea riprende "Bruschetta Tour"

Ottobre 18, 2011
Luciana Squadrilli

Notizie recenti

L'iniziativa di Pandolea "Bruschetta vs Merendina ”torna in Italia il 28 ottobreth. La National Olive Oil Women Association lancia il progetto che coinvolge le scuole per educare i bambini e tutte le persone ad adottare abitudini alimentari buone e salutari e per sostenere la battaglia contro l'adulterazione alimentare. Il gruppo offre ai bambini pane e olio come spuntino più sano invece di quelli prodotti industrialmente.

Per l'edizione di quest'anno Pandolea sarà affiancata e supportata nei suoi sforzi dal Corpo Forestale dello Stato (Corpo Forestale dello Stato) e dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali (Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali) e dal locale scuole e autorità.

Le iniziative di Pandolea seguiranno la penisola italiana da sud a nord. L'andata si terrà in Sicilia, alla fine di ottobre, a Marsala. La data inaugurale sarà anche l'occasione per il congresso "Stop alle frodi: extravergine significa qualità ”, con la partecipazione di rappresentanti del Corpo Forestale dello Stato, Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, Comune di Trapani e Pandolea.

A novembre ci saranno tre date: La prima sarà in Calabria al mulino Torchia, a Catanzaro. Il secondo sarà nelle Marche, presso il mulino Abbruzzetti vicino a Fermo e Ascoli Piceno, e il terzo sarà in Abruzzo presso il mulino Montecchia, vicino a Teramo. In Veneto è in programma un evento conclusivo in collaborazione con la Scuola Agraria di Conegliano.

Gli incontri saranno incentrati su temi come un'alimentazione corretta e salutare, la lotta all'adulterazione alimentare e le corrette procedure di etichettatura. "L'educazione alimentare è uno dei principali impegni che Pandolea sceglie di assumere nei confronti delle giovani generazioni ”ha affermato la presidente di Pandolea Loriana Abbruzzetti. "Le nostre iniziative mirano a farci riscoprire le nostre antiche e sane abitudini alimentari e a preservare i veri prodotti italiani contro le frodi e le sofisticazioni; e pensiamo che dovremmo iniziare questo dai banchi di scuola ".

Related News

Feedback / suggerimenti