`Il Comitato UE favorisce più controlli sull'olio d'oliva - Olive Oil Times

Il comitato dell'UE favorisce più controlli sull'olio d'oliva

Febbraio 11, 2013
Julie Butler

Notizie recenti

Nuove normative progettate per prevenire e rilevare frodi di olio d'oliva nell'Unione europea sembra probabile che vada avanti dopo le votazioni prese da un comitato chiave a Bruxelles la scorsa settimana.

As segnalati in Olive Oil Times il mese scorso, gli Stati membri dell'UE dovrebbero eseguire almeno un controllo mirato ogni anno per mille tonnellate di olio d'oliva commercializzato in essi e inviare rapporti più rigorosi alla Commissione europea (CE) sui loro test e qualsiasi persona o entità che detiene olio d'oliva sfuso dovrebbe tenere un registro che traccia l'entrata e il ritiro delle scorte, solo per alcune delle misure proposte.

Dopo mesi di dibattito, le modifiche hanno ottenuto il sostegno della maggioranza in un voto del 6 febbraio da parte del Comitato di gestione per l'organizzazione comune dei mercati agricoli, che comprende esperti agricoli della CE e dei 27 Stati membri dell'UE.

Tuttavia, poiché il voto sì non era abbastanza grande per essere quella che viene chiamata maggioranza qualificata, i progetti di modifica (al regolamento UE 2568/91 sulle caratteristiche dell'olio d'oliva e sui metodi di analisi) devono ora essere sottoposti a un processo scritto di adozione da parte della Il portavoce dell'agricoltura ha detto.

Migliore protezione e informazione per i consumatori

In una votazione indicativa, il comitato di gestione ha anche sostenuto un gruppo separato di misure progettate per proteggere e informare meglio i consumatori nell'UE, il più grande produttore, consumatore ed esportatore di olio d'oliva al mondo.

Tali misure, contenute nei progetti di modifica della norma di commercializzazione dell'olio d'oliva dell'UE (regolamento 29/2012), includono regole di etichettatura più rigorose per garantire che la categoria e l'origine di un olio d'oliva siano importanti e di facile lettura sugli imballaggi.

Un'altra disposizione sarebbe efficace vietare le ampolle di olio d'oliva ricaricabili dai tavoli dei ristoranti nell'UE.

Questa serie di emendamenti verrà ora inviata al Comitato dell'Organizzazione mondiale del commercio con sede a Ginevra sugli ostacoli tecnici al commercio, che avrà 60 giorni di tempo per condividere i suoi eventuali commenti, dopodiché il Comitato di gestione terrà una votazione formale.

Rafforzare l'immagine dell'olio d'oliva dell'UE

Le nuove misure - generalmente intese per essere applicate dal 1 ° gennaio - sono progettate per "rafforzare la posizione del settore dell'olio d'oliva dell'UE nei mercati europei e globali. "

"L'immagine dell'olio d'oliva è una risorsa importante che deve essere protetta e strettamente collegata alla qualità e alla conformità ", ha affermato il portavoce.

I cambiamenti fanno parte del commissario europeo per l'Agricoltura Dacian Cioloş piano d'azione per il settore dell'olio d'oliva dell'UE, rilasciato per la discussione a giugno.

Assente: modifiche ai parametri chimici

Nell'ambito di un'azione a breve termine per proteggere la qualità e l'autenticità degli oli vergini, il piano Cioloş ha affermato che al Consiglio oleicolo internazionale (CIO) verrà chiesto di accelerare il lavoro su alcuni parametri chimici.

Si riferiva alla riduzione dei limiti per gli stigmastadieni e esteri alchilici, adozione definitiva del metodo globale per la rilevazione degli oli diversi dagli oli di oliva e adozione di un test dei digliceridi e dei trigliceridi.

pubblicità

Alla domanda sul perché tali cambiamenti - attesi da alcuni nel settore - non rientrano nel progetto di emendamento, il portavoce ha affermato che la CE era in attesa di ulteriori risposte dal CIO.

Una mancanza di quorum al 100th la sessione del Consiglio dei membri del CIO lo scorso novembre ha impedito l'adozione di relazioni su questi temi preparate dai pertinenti gruppi di lavoro del CIO.

I documenti della CE mostrano che una seduta di chiusura per quella sessione del Consiglio dei membri era stata fissata per il 25-26 febbraio, ma venerdì il CIO ha dichiarato che al momento non è stata fissata una data per la riunione.

Offerta CIO annullata

A settembre, il CIO ha indetto gare d'appalto per uno studio internazionale sull'elasticità della domanda di olio d'oliva da presentare entro novembre 5. Ma alla fine del mese scorso ha annunciato che la gara d'appalto era stata annullata. Chiesto per le ragioni, ha detto il CIO Olive Oil Times erano di natura tecnica e sarebbero stati spiegati ai membri del CIO nella loro prossima riunione, ancora da programmare.

Alla fine di ottobre, il Anche il CIO ha annullato la sua "Concorso per il miglior articolo sull'oliva ” - portando un premio di € 5,000 - dopo la scadenza per l'iscrizione del 1 ottobre, dicendo di non aver ricevuto abbastanza iscrizioni per poter andare avanti.



Related News

Feedback / suggerimenti