`Il sondaggio della California conferma il boom dell'olio d'oliva - Olive Oil Times

California Survey conferma il boom dell'olio di oliva

Novembre 23, 2010
Lori Zanteson

Notizie recenti

Di Lori Zanteson
Olive Oil Times Contributore | Segnalazione da Los Angeles

L'industria dell'olio d'oliva in California continua ad espandersi attraverso investimenti e innovazione e, poiché l'appetito americano per l'olio d'oliva aumenta, lo stato è in grado di soddisfare la crescente domanda, secondo il rapporto del California Olive Oil Council (COOC), Statistiche dell'indagine sull'industria dell'olio d'oliva della California 2010.

Il nostro obiettivo è educare le persone sul perché l'olio extra vergine di oliva è così importante- Patricia Darragh, COOC

Il rapporto esamina l'espansione dell'industria dell'olio extravergine di oliva della California dall'ultimo rapporto del 2004 e fornisce un ritratto di un settore che gode di una crescita in un momento in cui molte industrie stanno ridimensionando ..

La produzione di olio d'oliva è aumentata di circa il 30% quest'anno e si prevede che supererà il milione di galloni all'inizio del prossimo anno, una quantità che supera la Francia. Patty Darragh, direttrice di lunga data del COOC, è molto soddisfatta dei cambiamenti positivi nell'industria dell'olio d'oliva della California dall'inizio del gruppo industriale 18 anni fa. "Siamo cresciuti in modo drammatico dal 1992 ", afferma Darragh. "La cosa davvero entusiasmante è che abbiamo stimato che avremmo prodotto 1.1 milioni di galloni, ma ha dato alle persone l'opportunità di fare un confronto con un paese molto noto come produttore, il che è elettrizzante ".

Darragh

Il rapporto afferma che la superficie totale di oliveti coltivati ​​per la produzione di olio d'oliva, compresi quelli coltivati ​​per la produzione da tavola è "probabilmente superiore a 32,000 acri e potrebbe raggiungere i 41,000 acri ”. Gli agricoltori californiani piantano ogni anno 8,000 acri di alberi, molti con un'alta densità (SHD) da 500 a 900 alberi per acro che dovrebbero raggiungere la maturità a 4 anni. Il rapporto stima una resa media di 40 galloni per ettaro SHD.

I 650,000 galloni di petrolio prodotti nel 2008 sono aumentati a 870,000 galloni l'anno successivo. Tutti i segnali indicano che questa crescita continuerà nei prossimi anni. Non solo vengono piantate più olive e vengono raccolte, ma aumenta anche il numero di frantoi e la velocità con cui lavorano le olive. Anche i grandi coltivatori non sono gli unici partecipanti. Piccole fattorie e frantoi, così come altre aziende come le cantine, stanno aggiungendo piantagioni di olive e impianti di lavorazione.

Niente di tutto ciò accadrebbe senza una forte domanda dei consumatori. Secondo il rapporto, il consumo annuale di olio d'oliva negli Stati Uniti è aumentato da 30 milioni di galloni all'anno a quasi 70 milioni negli ultimi due decenni. Sebbene la California produca quasi tutto l'olio extravergine di oliva domestico consumato nel paese, gli Stati Uniti importano quasi il 99 percento dell'olio d'oliva che consuma. I risultati di questo rapporto indicano il potenziale per la California "aumentare la produzione per soddisfare tutta la domanda di olio d'oliva degli Stati Uniti ".

Questa domanda è alimentata in gran parte dall'educazione dei consumatori, una tendenza a cui si fa riferimento nel rapporto. Dice Darragh,  "Il nostro obiettivo è educare le persone sul motivo per cui l'olio extravergine di oliva è così importante. È un grasso sano che fa bene al nostro corpo, di cui tutti hanno bisogno nel proprio corpo ". Come risultato degli sforzi del COOC, dell'UC Davis Olive Center e di tanti coltivatori, produttori e rivenditori, le informazioni scorrono ei consumatori stanno imparando a conoscere l'olio d'oliva. Le sale di degustazione aprono al ritmo di una al mese. Darragh riassume questo crescente successo, "Vogliamo catturare un segmento più ampio della torta e l'olio extravergine di oliva è un'ottima scelta da fare ".

pubblicità

Related News

Feedback / suggerimenti