` Grave inverno danneggia le piantagioni di olive di San Juan

S. America

Grave inverno danneggia le piantagioni di olive di San Juan

Agosto 18, 2010
Di Daniel Williams

Notizie recenti

Il freddo a San Juan, in Argentina, nelle ultime settimane è simile a quello sperimentato nel 2007, un anno in cui decine di oliveti, quasi il 70 percento del totale della provincia, sono stati persi a causa del calo di temperatura. Gli imprenditori dell'olio d'oliva hanno già fatto le loro prime previsioni e sono a dir poco pessimisti. Gli ulivi delle zone orientali della provincia mostrano già segni di deterioramento poiché il gelo spesso uccide i germogli fioriti e i frutti stessi. Di conseguenza, i produttori argentini con piante giovani hanno maggiori probabilità di affrontare perdite paralizzanti questo inverno.

Secondo l'Istituto nazionale argentino di tecnologia agricola (INTA), si prevede che le ore invernali di quest'anno (quelle inferiori a 7 gradi Celsius / 44.6 gradi Fahrenheit) raggiungano circa 1042 ore - 3 ore in più rispetto alle ore invernali totali nel 2007. Il più dannoso di queste ore, tuttavia, sono quelle che presentano temperature inferiori allo zero poiché questi tipi di temperature danneggeranno gravemente qualsiasi ulivo esposto.

Il presidente della Olive Oil Association di San Juan, Antonio Olivares, ha espresso francamente le paure dei produttori argentini: "La situazione che gli olivicoltori affrontano in questo momento è di grande preoccupazione. Prevediamo che entro i prossimi 20 giorni saremo in grado di valutare i danni arrecati alle piccole piante e a settembre anche alle altre piante, ma finora tutto indica gravi perdite. "[1]

San Juan Argentina

Carlos Pasquet, un produttore di olive tradizionale della regione di San Juan, ha spiegato ulteriormente queste preoccupazioni: "I problemi di quest'anno sono simili a quelli accaduti nel 2007, un anno terribile, ma ci sono differenze perché abbiamo avuto un livello molto alto di umidità e un po 'di neve, che dovrebbe mitigare alcuni dei danni arrecati alle piante. Sfortunatamente, abbiamo avuto piante congelate fino all'incrocio - dove il tronco si divide in rami - e abbiamo avuto zone in cui le piante ora sono totalmente inutili, il che è stato un disastro per molti dei miei colleghi nella regione. ”

La provincia di San Juan ospita 18,600 ettari di ulivi, molti della varietà Manzanilla che purtroppo è altamente sensibile al freddo. Il resto degli ettari è dedicato ad altre varietà come Arbequina o Changlot che sono un po 'più resistenti al freddo. La stagione 2009/2010 ha visto enormi riduzioni dei raccolti di olive e della produzione di olio d'oliva, numeri che hanno mostrato volumi solo del 50 - 60 percento di quelli della campagna dell'anno precedente. Gli esperti del settore affermano che in qualche modo queste perdite hanno giovato ai produttori quando i prezzi sono saliti alle stelle. La domanda ora, tuttavia, è se l'Argentina sarà in grado di soddisfare una domanda sempre crescente di fronte alle gravi perdite di questo inverno.

pubblicità

.

.

[1] Diario di Cuyo

Related News