`Evento culinario fornisce il manuale dell'utente per l'olio d'oliva cretese - Olive Oil Times

Evento culinario fornisce il manuale per l'olio di oliva cretese

Marzo 27, 2012
Elena Paravantes

Notizie recenti

Tutto è iniziato quando l'Università di Scienze Gastronomiche, con sede in Italia e fondata dall'organizzazione internazionale no profit Slow Food, ha deciso di incorporare l'isola greca di Creta come meta per gli studenti che studiano la dieta cretese-mediterranea.

Biolea, un'azienda di olio d'oliva nella zona di Kolymbari, nella parte nord-occidentale di Creta, specializzata nella produzione artigianale di olio d'oliva biologico è stato scelto per presentare l'autentico olio d'oliva tradizionale agli studenti culinari in visita dall'Italia.

Yiorgos Dimitriadis, proprietario di Biolea non si è limitato a un semplice tour delle strutture, ma ha organizzato un evento gastronomico con chef dei migliori hotel di Creta che hanno preparato specialità cretesi per i visitatori. Perché? Secondo Dimitriadis "Riteniamo che i nostri prodotti alimentari, per avere successo, debbano essere utili per il consumatore. Ciò può accadere solo se mostriamo ai nostri visitatori come usiamo questi prodotti nella nostra cucina. ”In altre parole, non è sufficiente avere solo olio d'oliva eccellente, è necessario mostrare come viene utilizzato.

Quest'anno Dimitriadis ha deciso di fare un ulteriore passo avanti. Ha invitato gli studenti di cucina di due scuole di cucina cretesi, IEK Chanion e OAED Tavrinioti, a "competere ”e preparare prelibatezze locali per i visitatori italiani nel tentativo non solo di mostrare come l'olio di oliva viene utilizzato nella cucina cretese, ma anche di fornire uno scambio di idee, pensieri e filosofie tra gli studenti.

Gli studenti dell'Università di Scienze Gastronomiche hanno avuto la rara opportunità di imparare come viene usato l'olio d'oliva nella cucina cretese e di gustare piatti tradizionali come kalitsounia - torte di pasta ripiene di verdure o formaggio, rare verdure selvatiche cotte in olio d'oliva, pasta di olive e molte altre prelibatezze cretesi.

Questi piatti non erano importanti solo dal punto di vista culinario ma anche dal punto di vista della salute. Il cibo presentato era rappresentativo della dieta che la gente di Creta aveva negli anni '60 quando avevano i tassi di malattie cardiache più bassi, l'assunzione più alta di olio d'oliva (quasi tutti i piatti hanno l'olio d'oliva come ingrediente principale) e la vita più alta aspettativa nel mondo.

L'esperienza degli studenti di cucina greci era evidente dal modo in cui stendevano il phyllo fatto in casa e con facilità facevano roteare strisce di pasta sottile di carta attorno a una forchetta per creare dolci imbevuti di miele perfettamente formati. Tuttavia, ciò che sorprende è il fatto che gli studenti greci non abbiano imparato queste ricette tradizionali cretesi nelle rispettive scuole di cucina, ma fuori dalla scuola nel loro tempo libero dalle loro famiglie e dagli amici. Queste sono ricette con cui sono cresciuti, ma che non vengono insegnate nelle loro scuole.

Ma una scuola di cucina a Creta non dovrebbe insegnare la cucina locale? Questa è una domanda che è stata sollevata dopo l'evento. Infatti il ​​curriculum di queste scuole si concentra sulla cucina continentale. Sebbene questo sia importante, è altrettanto importante che venga insegnata anche la cucina locale, promuovendo l'uso di ingredienti locali come olio d'oliva, verdure selvatiche e agnello. E questo è ancora più importante se la cucina locale rappresenta una delle diete più sane al mondo, la dieta cretese. Forse eventi come questo aumenteranno la consapevolezza su questo particolare problema e incoraggeranno l'insegnamento della cucina cretese in tutte le scuole culinarie greche.

Quest'anno l'evento è stato un successo. Non solo gli studenti italiani hanno ricevuto, diciamo, "manuale d'uso "per l'olio d'oliva nella cucina cretese, ma ha provocato un'opportunità inaspettata per gli studenti greci; visiteranno l'Università di Scienze Gastronomiche in Italia entro la fine dell'anno.

pubblicità

Related News

Feedback / suggerimenti