Permettetemi di spiegare la mia opinione personale, come esperto e dopo aver parlato con amministratori delegati di diversi paesi di produzione, per condividere ciò che vedo accadendo nel mercato dell'olio d'oliva e i suoi prezzi.

Mi chiedo se le tre grandi compagnie olivicole globali non fissino i prezzi per ottenere maggiori profitti.- Yago Cruz, Cruzoliva

Alcune cifre indicano che i prezzi dovrebbero non andare sul mercato:

- Gli imballatori hanno mantenuto le scorte a fine maggio ai toni 200,036.
- I mulini hanno tonnellate di 776,380 immagazzinate.
- Le prese in movimento nel mezzo avevano tonnellate 130,000.
- Lo stock totale era di tonnellate 1,016,000.

Secondo queste cifre, i prezzi dovrebbero essere rimasti più bassi in queste settimane di giugno e all'inizio di luglio perché, anche se i risultati sono buoni, le scorte sono elevate e gli imballatori hanno abbastanza scorte per i prossimi due mesi. Ma il mercato ha reagito in modo molto diverso. A volte mi chiedo se le tre grandi compagnie olearie globali non fissino i prezzi per ottenere maggiori profitti.

Ora qui ci sono le ragioni, come la vedo io, che sono esplose con forza per causare l'aumento dei prezzi.

- I future hanno mostrato una chiara tendenza al rialzo nei prossimi mesi e all'inizio della campagna.
- Gli imballatori industriali hanno scelto di coprire un periodo più lungo.
- Gli italiani, che stanno ancora acquistando pesantemente nel nostro mercato, stanno pagando sopra i prezzi interni.
- Anche la speculazione è entrata nel gioco e sta portando avanti numerosi atti di rivendita, per raccogliere denaro e profitti a prezzi correnti.

E, soprattutto, gli stabilimenti industriali e quelli cooperativi hanno chiuso in banda e non sono disposti a vendere perché hanno guadagnato denaro nelle ultime settimane e sentono di poter aspettare prima di vendere e aumentare i prezzi di mercato. Questo è molto comune da vedere ogni anno.

Infine, l'industria si sta rendendo conto che la prossima stagione non sarà così buona perché le condizioni meteorologiche hanno influito sulla fioritura e le olive mostrano anche segni di esaurimento dopo il record della stagione in corso.

Tuttavia, ho stimato che la produzione del prossimo anno sarà tra 1.1 e 1.2 milioni di MT per la Spagna (anche se le cooperative stanno dicendo sotto 1 milioni - una tattica per aumentare i prezzi per l'estate).

Nel frattempo, il tempo lo dirà. Tuttavia, con oltre 1 milioni di tonnellate di stock in Spagna, avranno bisogno di venderlo ad un certo punto.


L'autore è il CEO di Cruzoliva, un fornitore spagnolo di oli di oliva sfusi. Hai un'opinione che vorresti condividere in un articolo? Guarda il nostro submission form and guidelines here.


Altri articoli su: