I prodotti che offrono un mix di olio d'oliva e altri oli vegetali rischiano di minare la qualità e la trasparenza nel settore dell'olio d'oliva, secondo il presidente del gruppo consultivo della Commissione europea sulle olive e sui prodotti derivati.
Guarda anche: Greek Proposal to Mix Oils a ‘Cause for War’
Lo spagnolo Rafael Sánchez de Puerta ha dichiarato che mentre la maggior parte del resto del mondo consente tali miscele, spera che Spagna, Italia, Portogallo e Grecia continueranno a vietare alle aziende di renderli in vendita all'interno dei loro confini.

Rafael Sánchez de Puerta

L'OCSE ha affermato che la Spagna ha già consentito le miscele

Sánchez, direttore generale del FAECA, la Federazione andalusa delle imprese cooperative agricole, ha commentato sulla scia di un rapporto sulla cooperazione dell'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) sulla Grecia, raccomandando al paese di consentire l'olio di oliva miscelato con altri oli vegetali vergini a essere prodotto e venduto dai produttori greci per il mercato interno.

"Altri paesi mediterranei (come la Spagna) con una lunga tradizione olearia non applicano una restrizione simile e quindi sono più competitivi sul mercato internazionale. Riteniamo pertanto che questa disposizione impedisca ai produttori greci di competere sul mercato interno con oli miscelati importati più economici (ad esempio per friggere) ", ha affermato.

Difficile dimostrare ciò che è veramente in una miscela

Ma Sánchez ha detto che la Spagna ha continuato a vietare la produzione locale di tali miscele per il consumo interno. Spera che continui a farlo perché "è molto difficile testare cosa ci sia veramente in questi oli. E poiché l'olio d'oliva è più costoso degli altri oli, c'è sempre la tentazione di sfruttare la sua immagine per includerne solo una piccola percentuale. "Ciò rischia di minare importanti sforzi per promuovere la qualità e la trasparenza nel settore dell'olio d'oliva, ha affermato .

Norme dell'UE sugli oli ibridi

Come affermato nel rapporto dell'OCSE, le miscele di olio d'oliva e altri oli vegetali non sono vietate nell'UE. Ma regulation 29/2012 sulle norme di commercializzazione dell'olio d'oliva consente agli Stati membri di impedire che vengano prodotti nel loro territorio in cui la produzione è destinata al consumo interno.

Tuttavia, non possono vietare la vendita di tali miscele nel loro territorio se provengono da altri paesi e non possono vietare la produzione di tali miscele nel loro territorio per l'esportazione.

Il regolamento UE afferma anche che la presenza di olio d'oliva può essere evidenziata da immagini o grafici sull'etichettatura di una miscela solo se rappresenta più della metà della miscela.

Due miscele di olio d'oliva tra i best seller di Walmart

Il marchio spagnolo Borges ha testato l'acqua in 2005 con Borgefrit, composta da 85 per cento di olio di girasole e 15 per cento extra virgin olio d'oliva - un prodotto che la competente autorità del governo regionale, il Dipartimento dell'Agricoltura catalana, ha prontamente detto non potrebbe essere venduto in Spagna.

Nel frattempo, il leader mondiale dell'olio di oliva Deoleo - attivo recentemente con le domande di marchio sia per i suoi marchi Carbonell sia per Koipe - ha suggerito che vorrebbe includere miscele tra i nuovi prodotti che dice che presto verrà lanciato.

Durante la discussione dello scorso novembre sulla sua nuova attenzione per la salute, ha citato come esempio di richiesta che il rischio di problemi cardiovascolari si applica al 81 percentuale di uomini in India, un paese dove Dalmia Continental - recentemente acquistata da Cargill - ha detto in novembre lanciare una miscela formata da olio di crusca di riso e olio di oliva 30 per unire le miscele già vendute in quel mercato.

Tra gli oli ibridi negli Stati Uniti ci sono la canola OlivExtra di Pompeian e extra virgin miscela di olio d'oliva e Smart Balance Cooking Oil, un mix di olio di colza, soia e oliva, che Walmart annovera tra i suoi oli d'oliva 13 più venduti.



Commenti

Altri articoli su: , , ,