` Appunti di viaggio: Magnifica Siurana - Olive Oil Times

Note di viaggio: Magnifica Siurana

Dicembre 8, 2014
Steven Jenkins

Notizie recenti

Sono appena tornato da sette giorni interi in Siurana e Priorat. Sette giorni interi, cinque dei quali in alto nella boscaglia, lontano da Reus, la capitale della Siurana, e da Tarragona, città gemella di Reus. Come Modena è a Bologna, Reus è a Tarragona. Cinque giorni interi in contrapposizione a un touch-and-go obbligatorio con qualcuno che lavora per qualcuno che lavora per qualcun altro in un certo mulino in una regione situata da qualche parte nel bacino del Mediterraneo. Ci sono visite di mera proprietà tangenziale, e poi ci sono visite di profondità e sostanza, e questa visita è stata sicuramente la seconda.

Lo faccio molto nel corso degli anni, ma questo viaggio è stato di gran lunga il più importante di tutti i miei tempi in boschetti e mulini.

La regione della Catalogna Siurana (Catalunya, in catalano) deve essere la cosa più sbalorditiva che io abbia mai visto, e ho visto posti meravigliosi. I miei posti preferiti sembrano essere sempre gli uliveti. Il Priorat, circondato completamente da Siurana, è ciò che posso solo descrivere come la parte più rarefatta e visivamente più intensa di Siurana, e qui devo cercare di frenare la mia iperbole. Mi dispiace, dubito che ci riuscirò.

Priorat, come sono certo che sai, è da dove proviene il più grande vino rosso prodotto. Il vino Priorat rappresenta un imbarazzo per la ricchezza catalana, oltre all'olio d'oliva Arbequina che definisce la Siurana. Per la cronaca, ci sono altre due cultivar indigene che contribuiscono, ma una frazione della produzione totale di olio di oliva Siurana.

Priorat

Priorat è una comarca (contea) in Catalogna, in Spagna.

Ho mangiato molte olive di Arbequina in questo viaggio e sicuramente sai quanto sono deliziose. Voglio dire, adoro le olive, ma le olive stagionate all'Arbequina devono essere le mie preferite in assoluto per la loro intensa delicatezza e l'indescrivibile influenza che hanno su di me, più di qualsiasi altra oliva stagionata. Questi erano più nitidi di qualsiasi altro che ricordo. Adoro un'oliva croccante e curata. Adoro le olive di Arbequina ancor più di quanto ami le olive di Lucques e Tanche (Nyons), e questo è un boccone, perché Lucques e Tanches sono superlative.

pubblicità

Ma non ho mai assaggiato l'Arbequina a raccolta precoce di olio d'oliva come quello del frantoio di La Palma d'Ebre, appena fuori dal Priorat ad ovest. Olio denso, burroso, NUOVO che strillava di personalità, rusticità, pomodoro e pepe nero che non avevo sperimentato in nessuna Arbequina negli anni. Avrei immaginato che fosse Picual! Sicuramente questo non era Arbequina sottile, dolce e ricco di noci!

Questo olio è immagazzinato in 'trulls '- pozzi profondi nel pavimento di una stanza che risalgono al tempo in cui gli arabi governavano la campagna, il 700. Questi trulli hanno preso il nome dal 'troll "che presumibilmente, se non definitivamente, risiedevano al loro interno. Come un troll sotto un ponte!

Insieme alle sue scogliere imponenti, le leggendarie olive Arbequina definiscono il paesaggio di Siurana (tutte le foto di Steven Jenkins)

Pere Mateo, piena divulgazione, il direttore esecutivo della cooperativa Siurana UNIO e la sua controllata Olis De Catalunya, è un mio amico personale da più di un decennio, essendo stato presentato a me dal mio caro amico Bill Devin che è morto quasi un decennio fa. Bill Devin è una storia tutta per sé. Era responsabile dell'esportazione dei grandi vini catalani gestiti da Pere e della sua cooperativa, nonché del grande olio d'oliva DOP Siurana che Fairway importa per i nostri negozi 15.

Oltre al vino Priorat, la società Pere è responsabile della qualità e dell'esportazione della Garnacha blanca della regione, che ha raggiunto lo status di rockstar e sta diventando sempre più venduta, bevuta e discussa. Anche il sognante vino rosso Montsant che compro personalmente in questi giorni. Montsant è il lato nord del Priorat e le montagne che danno il nome al vino sono particolarmente imponenti, incombenti e belle.

E, oh ​​cielo mio, potrò mai importare per Fairway Market le mandorle Siurana Marcona e Largueta della cooperativa e le nocciole, tutte confezionate tostate in buste di plastica piatte, sottovuoto e trasparenti che sono al di là di irresistibili. Ho intenzione di vendere il diavolo di queste noci Siurana.

Pere Mateo (a destra), CEO UNIO / Olis de Catalunya con Josep Mragas, direttore ha essiccato frutta e noci per la cooperativa.

Pere, io e il suo Oscar #1 eravamo in tutta la Siurana. Oscar è responsabile per l'esportazione dei vini di Olis De Catalunya. Eravamo in boschetti, cantine e frantoi in più villaggi di quanti ce ne potessero ricordare, e ognuno di loro era notevole. Avrei potuto fare una di quelle visite superficiali, ma invece eravamo in missione. Volevamo visitare i più talentuosi olivicoltori e viticoltori di Siurana, ognuno dei quali fa parte della cooperativa 20,000-farmer di cui mi riferivo.

E l'abbiamo fatto.

Abbiamo trascorso ore a Poboleda con Jordi, l'enologo più intelligente con cui abbia mai parlato. Il rosso Priorat di Jordi si chiama Llicorella, che lo identifica come un prodotto dello scisto dei suoi boschetti in forte pendenza. Questo difficilmente può essere indicato come terreno, questo scisto. Jordi dice che non puoi produrre un ottimo vino Priorat da vigneti che non sono su pendii di scisto. Mi ha ricordato i vigneti di Cote-Rotie e Val d'Aosta. Terreno notevole. Questo scisto nero e friabile non ha mai visto niente del genere.

Eravamo a Torroja, a Gratallops dove Oscar e io abbiamo pranzato non dimenticherò mai: un'insalata perfettamente composta con melograno e arbequina e vinaigrette balsamica di mele, una zuppa di zucca di cui avrei potuto fare un pasto e un piatto di bacalla (baccalà, ortografia catalana; bacalao in castigliano spagnolo) e porro arrostito avrei potuto giurare che era merluzzo fresco.

Arbequina dorata

A Els Guiamets, a Masroig, a Falset (la capitale del Priorat), a Escaladei, le affascinanti rovine e il sito straordinario scelto per il più antico monastero della Catalogna. I monaci certosini arrivarono per la prima volta in questo sito negli 1200 e il monastero di pietra era in piedi vicino a 1500. Questa meraviglia architettonica e questo tesoro archeologico l'ho trovato assolutamente sbalorditivo. Non sono più attratto da Segesta nella Sicilia occidentale o da Cartagine in Tunisia.

Abbiamo frequentato gli acetieri a Mollerussa, appena ad est di Lleida (Lerida, in spagnolo). La famiglia Badia, padre Agusti, circa la mia età (64 anni), e le figlie Marta e Judith. La loro struttura è vecchia, vecchia, vecchia e bella e affascinante, e quello che hanno fatto con l'aceto non assomiglia a niente che abbia mai visto. Sono un maniaco dell'aceto confessato. Adoro il buon aceto e apprezzo la sua preparazione tanto quanto apprezzo la produzione di olio d'oliva e vino.

La famiglia Badia dovrebbe brevettare il loro processo e se provassi a spiegartelo ora perderemmo il filo di questo saggio. Importo la loro intera gamma di aceti - Moscatell, Vermouth (la produzione catalana di vermouth è uno dei punti di riferimento - una delle virtù che definiscono la Catalogna. I catalani amano Vermouth, Cava, Chardonnay, Cabernet Sauvignon e non vedo l'ora che arrivi il loro 'bittersweets '- così chiamato per l'aggiunta da parte della famiglia Badia di una certa misura di mosto di vino Merlot e mosto di vino Riesling a questi aceti di vino. Per quanto il prezzo e la qualità dell'aceto balsamico modenese siano determinati e misurati dalla quantità di mosto d'uva Lambrusco abbinata all'aceto balsamico, è proprio il mosto a conferire a questi aceti la loro profondità di profumo e sapore.

Il monastero della Scala Dei

La sua storia risale al 12th secolo, quando i monaci certosini arrivarono dalla Provenza per fondare il primo monastero del loro ordine nella penisola iberica

Qui a Mollerussa mi è stato spiegato che il bis-bisnonno di Agusti Badia era uno dei tanti della zona che si recarono in carrozza a Barcellona per l'esposizione del 1888 per scappare con alcune delle tonnellate di ferro portate lì da Gustave Eiffel nel suo tentativo di convincere la città a commissionare la costruzione della torre Eiffel. Pensavano che l'idea di una torre fosse strana e impassibile, si rifiutarono. Così Eiffel è andato all'Esposizione Universale di Parigi nel 1889, e il resto è storia. L'acetaia della famiglia Badia ha il ferro Eiffel che la sostiene e tutto il soffitto.

Voglio dirti di più, ma questo rapporto è già troppo lungo e sei stato molto paziente. Gli ultimi punti devono essere fatti:

Reus è una città affascinante e sofisticata di circa 100,000 anime catalane. Tarragona, piena della sua meravigliosa antichità romana, è leggermente più grande, e almeno altrettanto bella, e ha una rambla che conduce e termina su una passeggiata drammatica a picco sul mare. I cittadini di Reus sono competitivi e sprezzanti con Tarragona come lo sono i modenesi di Bologna. Reus è il luogo in cui è nato Gaudi, e la casa privata in cui è nato lo annuncia con un suggestivo cartello civico esterno - ha anche un'insegna apposta dai proprietari dell'edificio che dice in catalano, "Questa è una casa privata. Per favore, non suonare il campanello. "

Steven Jenkins

Barcellona è ancora più accattivante oggi di quanto non lo sia stata in ciascuno dei 25 anni in cui ho trascorso del tempo lì, spesso due volte l'anno. Pere ci portò dal suo amico L'articolazione pintxo di Daniel Rueda si chiamava Tapeo, in fondo al blocco Barri Gòtic che ospita il Museo Picasso. Questo bar di tapas è un eroe locale tale che hai bisogno di una prenotazione. Una prenotazione per un bar di tapas! Di tutti i bar di tapas che ho frequentato da San Sebastian a Siviglia, questo Tapeo mi ha fatto saltare le calze come nessun altro. Daniel Rueda è una rockstar. Animelle con porcini freschi (porcini, porcini, steinpilze). Costine di maiale con mostarda e riduzione di miele. Quadrati appiattiti di porri grigliati disposti in una specie di scacchiera. I suoi dessert catalani sono come nessun altro in Catalogna, o in tutta la Spagna, per quella materia.

Detto questo, sono indifeso contro animelle, costolette e porri, devo dirtelo. E sì, ho consumato più della mia parte di Jamón Ibérico de Bellota. Ad ogni occasione, per essere sicuri. E pa amb tomàquet! Pomodoro e pane crudo all'aglio conditi con olio d'oliva. Uno stile di vita. Acciughe di Escala. Olio di oliva Siurana. È questo il migliore del mondo?

Related News

Feedback / suggerimenti