` Al Frantoio Franci la passione è di famiglia - Olive Oil Times

A Frantoio Franci, Passion Runs in the Family

Agosto 11, 2015
Luciana Squadrilli

Notizie recenti

Quando Fernando Franci aprì la sua azienda agricola con il fratello Franco a Montenero d'Orcia, oltre 60 anni fa, le cose erano molto diverse da oggi: niente cellulari o codici QR, niente macchine computerizzate.

Eppure molti degli ulivi che ancora crescono sulla terra della famiglia erano qui decenni, anche secoli fa. Suo figlio Giorgio, oggi a capo dell'azienda di famiglia, Frantoio Franci, che è cresciuto fino a diventare uno dei marchi più rinomati di olio extravergine di oliva italiano, ricorda ancora i litigi per introdurre un fax e altre piccole novità.

Ma Fernando - 86 anni e sta ancora studiando la molitura delle olive e le spedizioni giornaliere dalla fattoria Montenero in tutto il mondo - è chiaramente orgoglioso dei risultati di suo figlio: "Guardare le nostre bottiglie partire per oltre 40 paesi è per me motivo di grande orgoglio, e saluto ciascuna delle scatole mentre se ne vanno, dicendo loro di andare lontano nel mondo ", ha detto.

Esperto coltivatore e potatore, Fernando era solito prendersi cura dei propri ulivi e di quelli che crescono su altri terreni locali come quelli della storica Tenuta Banfi. Quando il famoso marchio di vini toscani vinse un premio per un olio d'oliva effettivamente prodotto dalla famiglia Franci per loro, Giorgio decise che era ora di entrare nel business degli extravergine da solo. Era il 1996 quando nasceva il primo olio extravergine di oliva Franci ottenuto dalle proprie olive, Villa Magra.

"Sono andato a Verona per presentarlo al Sol. Ero sicuro che avessimo realizzato un buon prodotto ma non avevo idea di come proporlo. Non avevo nemmeno biglietti da visita o opuscoli ”, ricorda Giorgio Franci. "Lì ho deciso cosa volevo fare: puntare alla massima qualità e far conoscere e apprezzare il più possibile il nostro extravergine ".

La qualità conta.
Trova i migliori oli d'oliva del mondo vicino a te.

Dopo 20 anni, può sicuramente dire di aver raggiunto il suo obiettivo. Gli oli extravergine di oliva Franci sono venduti in tutto il mondo, dai migliori ristoranti italiani ai templi di lusso della Cina e ai grandi magazzini inglesi. E dal 1999 - quando Le Trebbiane, blend di Frantoio, Moraiolo, Leccino e Olivastra, vinse il primo "Premio Leone d'Oro ”- il nome di Frantoio Franci ha mostrato in quasi tutte le competizioni e guide di qualità.

Nel 2013 il Villa Magra Grand Cru - punta di diamante della produzione Franci, un elegante olio extravergine di oliva monovarietale ottenuto da olive selezionate di un piccolo "cru ”del boschetto di Villa Magra - è stato nominato Best in Class al Concorso internazionale dell'olio d'oliva di New York. Nel 2014 l'azienda ha vinto due Gold Awards con Francibio, l'armonico e complesso extravergine biologico, e con l'intenso e longevo Villa Magra, blend di olive Frantoio Correggiolo, Moraiolo e Leccino.

Il Francis ha colpito di nuovo l'oro al 2015 NYIOOC con entrambi i Villa Magra e Francibio marchi, per entrare a far parte di un gruppo d'élite di tre volte vincitori al concorso di olio d'oliva più prestigioso al mondo.

Visitando il Frantoio Franci e i suoi uliveti con Giorgio Franci, siamo rimasti colpiti dall'imponente Olivastra Seggianese: un affascinante monovitigno ottenuto dalle olive degli ulivi secolari della cultivar locale alle pendici del Monte Amiata, che nel 2014 aveva un profumo caratteristico di foglie di rosa e spezie esotiche unito ad un gusto iniziale gentile che ha poi lasciato il posto a una persistente pungenza balsamica. L'abbiamo assaggiato con una deliziosa insalata di pinoli, sedano e bottarga (bottarga di muggine) ed è stato fantastico.

Olive Olivastra al Frantoio Franci

Allo stesso tempo, abbiamo assistito alla passione di Giorgio Franci per la produzione di olio extravergine di oliva di alta qualità, dal campo al processo di imbottigliamento, compreso il sistema di molitura aggiornato che ha adattato alle sue esigenze e conoscenze. Conosce ogni ulivo che è stato curato da lui e da suo padre, compresi i vecchi alberi di Olivastra appartenenti alla tenuta Banfi che hanno salvato dall'abbandono.

Quest'anno, a luglio, era abbastanza soddisfatto delle condizioni delle olive - una buccia spessa e un piccolo nocciolo, il che significa molta polpa - ma un po 'preoccupato per le condizioni asciutte. Ora che stanno arrivando le piogge sulla Toscana e sul resto d'Italia, potrebbe esserci preoccupazione per troppa pioggia, ma sembra pronto ad affrontarla: "L'esperienza è importante ", ci ha detto Giorgio Franci, "e ogni raccolto è un'opportunità per saperne di più. Tuttavia, ogni anno è diverso e dobbiamo essere flessibili e pronti ad adattarci alla situazione specifica ".

Related News

Feedback / suggerimenti