`Una breve storia dell'olio d'oliva in Colombia - Olive Oil Times

Una breve storia di olio d'oliva in Colombia

Marzo 29, 2014
Christopher Burke

Notizie recenti

Villa de Leyva, Colombia

Villa de Leyva, Leyva fa rima con Ava (come in Ava Gardner), è un villaggio coloniale imbiancato a calce e ora monumento nazionale, situato nella Valle de Saquencipá a circa 4 ore da Bogotá, in Colombia. Il villaggio risale alla fine del 1500 e talvolta a Villa de Leyva sembra di essere presenti in un luogo che il tempo ha dimenticato. In altre parole, a Villa de Leyva è spesso possibile tornare indietro nel tempo. E se fai un salto indietro nel tempo qui, ti ritroverai presente all'introduzione degli spagnoli degli ulivi al Nuovo Mondo.

Anche se l'olio d'oliva è stato prodotto a Villa de Leyva sin dal 1600, la coltivazione dell'olivo era originariamente limitata agli ordini religiosi. In effetti, i gesuiti e i domenicani hanno il merito di aver portato le prime talee di olive in Colombia o nel Nuovo Regno di Granada, poiché l'area era nota nel 16th secolo. Per almeno due secoli, l'olio d'oliva prodotto qui era destinato al consumo puramente locale. In effetti, fino a poco tempo fa i colombiani in generale non avevano alcuna tradizione di cucina con olio d'oliva.

Poi, nel 1875, un altro spagnolo, José María Gutierrez de Alba, ottenne il permesso dalla Spagna per creare un istituto chiamato Instituo Agrícola a Villa de Leyva. Sotto gli auspici del suo istituto, Gutierrez de Alba è stato determinante nel piantare più di 5,000 ulivi nell'area tra Sáchica e Villa de Leyva. Le speranze erano alte per una fonte nativa sudamericana di olio d'oliva. E infatti, nonostante la mancanza di stagioni, l'olio d'oliva è stato conseguentemente prodotto e inviato al mercato nella capitale del paese, Bogotá.

Google Earth

Gli inverni freddi e le estati secche sono assenti qui. Alla Colombia mancano le stagioni nel senso tradizionale; c'è chi insiste sul fatto che abbiamo 4 stagioni, 3 mesi estivi seguiti da 3 mesi invernali, seguiti di nuovo da altri 3 mesi estivi e poi ancora 3 mesi invernali. La verità è che il tempo durante tutto l'anno è uniforme e il vero freddo è sconosciuto. Inoltre, in Colombia in generale, e nella regione di Villa de Leyva in particolare, piove tutto l'anno, a volte in modo torrenziale.

Nonostante le condizioni sfavorevoli, la produzione moderata di olio d'oliva è continuata fino agli anni '1960. E per 15 anni a partire dalla fine degli anni '1950, il governo si è impegnato a concentrarsi sullo sviluppo dell'industria olivicola. La ricerca all'epoca ha scoperto che solo cinque varietà di oliva avevano buone prospettive di produzione nelle aree intorno a Villa de Leyva. Le cose stavano migliorando per un tempo molto breve.

Quindi la violenza che ha superato la Colombia ha avuto un impatto sugli olivicoltori di Villa de Leyva. Diventò troppo pericoloso per i proprietari e produttori di olive rimanere nella zona. Per ragioni di sicurezza, furono costretti a lasciare la loro terra e gli uliveti di Saquencipá furono lasciati a badare a se stessi. Molti ulivi furono abbattuti e usati per legna da ardere.

Decenni dopo, la violenza si placò e gli olivicoltori della Valle de Saquencipá poterono tornare ai loro uliveti, solo per trovare i loro ulivi assediati da un parassita autoctono e da un fungo. La prospettiva di produrre un qualsiasi olio d'oliva era scoraggiante. Mancando risorse finanziarie e investimenti, molti olivicoltori hanno semplicemente rinunciato.

La produzione di olio d'oliva in Colombia è sempre stata artigianale. Ci sono ancora alcuni uliveti secolari nelle aree intorno a Villa de Leyva, ma in generale esistono solo come un triste ricordo di quello che una volta era un sogno, la produzione sostenibile di olio d'oliva nel paese.

Rimangono solo due famiglie nella zona di Villa de Layva che raccolgono olive e producono olio d'oliva. Continuano il loro lavoro più per un senso di tradizione e rispetto per il passato che per qualsiasi probabilità di guadagno finanziario. Il loro prodotto non è economico ed è difficilmente competitivo sul mercato. Ma questi restanti produttori colombiani di olio d'oliva insistono sul fatto che il loro olio artigianale è il più puro sulla terra.

pubblicità

Related News