`Lancio del sigillo di qualità 'QvExtra' a Córdoba - Olive Oil Times

Il sigillo di qualità 'QvExtra' viene lanciato a Córdoba

Gennaio 5, 2014
Curtis Cord

Notizie recenti

Il presidente di QvExtra Soledad Serrano al Congresso internazionale dell'olio extravergine di oliva a Córdoba, Spagna.

La città andalusa di Cordova ha ospitato il primo "Congresso Internazionale dell'Olio Extra Vergine di Oliva ”organizzato da QvExtra, un'associazione di produttori di EVOO.
Il programma prevedeva presentazioni su salute, gastronomia, produzione e marketing e la presentazione di un nuovo marchio di certificazione di qualità.

Hanno partecipato all'evento di due giorni i membri di QvExtra - per lo più produttori spagnoli - che cercavano di distinguere i loro prodotti sul mercato aderendo a rigide linee guida e mostrando un sigillo d'oro che certifica che l'olio d'oliva è di qualità extra vergine per tutta la durata della sua conservazione.

Nel centro storico di Cordova Palacio de Merced, i produttori di olio d'oliva hanno affermato di essere esasperati dalle campagne frammentate e miopi che promuovono l'olio d'oliva di alcune regioni. Gli organizzatori di QvExtra hanno chiesto uno sforzo unificato per promuovere gli oli extra vergini di oliva certificati in tutti i mercati.

È stata un'impresa ambiziosa che è stata tentata in precedenza. Due anni fa a evento simile a Cordova, il "Beyond Extra Virgin ”organizzato da un gruppo eterogeneo chiamato 3E, impegnata in un tentativo di definire il livello più alto di qualità dell'olio d'oliva. Entrambe le conferenze hanno fornito sfondi fotografici per i politici regionali, esibizioni vertiginose di prelibatezze locali e motivazioni convincenti per l'organizzazione di produttori impegnati nella qualità dell'olio extravergine di oliva.

Manuel Heredia Halcón, segretario di QvExtra

Un numero di programmi di tenuta sono state sviluppate da varie organizzazioni in tutto il mondo, tutte allo scopo di fornire un po 'di fiducia ai consumatori che sono stati bombardati da anni di confusione nel settore, storie infinite di frodi sull'olio d'oliva e messaggi ingannevoli delle parti interessate del settore.

pubblicità

Lo scorso ottobre, il Consiglio oleicolo internazionale rappresentanti invitati per presentare i loro programmi di foche in una riunione di Madrid del suo comitato consultivo per l'olio d'oliva e le olive da tavola. La commissione ha ascoltato QvExtra e il Alleanza Extra Vergine - due programmi che offrono soluzioni simili ai produttori orientati alla qualità.

A Córdoba, Jean-Louis Barjol, direttore esecutivo del Consiglio oleicolo internazionale, ha messo in guardia i circa 200 partecipanti sulle sfide inerenti alla definizione di uno standard di qualità con ampia accettazione. "Sei in una lotta e ci saranno crisi ", ha detto, "quindi dovrai rivolgerti alle associazioni di produttori e ai governi con una proposta molto specifica ". Un organizzatore dell'evento ha affermato che il CIO ha fornito sostegno finanziario al congresso.

QvExtra afferma che i suoi membri producono insieme 80,000 tonnellate di olio d'oliva all'anno, il che classificherebbe il sesto gruppo tra i paesi produttori mondiali. "La qualità non è più un piccolo settore ", ha affermato Manuel Heredia Halcón, segretario di QvExtra, riferendosi alla relativa indifferenza del governo spagnolo nei confronti delle iniziative passate per definire e promuovere l'olio extravergine di oliva.

Gran parte di quel peso è la produzione di Oleoestepa, un'importante cooperativa spagnola che spedisce circa 30,000 tonnellate all'anno e il cui amministratore delegato, Álvaro Olavarría Govantes, funge da vice presidente di QvExtra. (Marchi Oleoestepa guadagnato due medaglie d'oro al Concorso internazionale dell'olio d'oliva di New York.)

I partecipanti alla conferenza hanno ascoltato una serie disparata di relatori: rappresentanti del governo spagnolo hanno esaminato le recenti ricerche (i consumatori ancora non sanno nulla di olio d'oliva), celebri chef hanno discusso le caratteristiche gustative delle varietà di olive, i produttori hanno sfogliato le immagini delle loro fattorie e ultimi progetti a un pubblico in cattività. Nonostante un programma sconnesso, l'evento è servito a mettere QvExtra sulla mappa, almeno per ora.

Verso la fine dell'evento, Heredia ha delineato i criteri di appartenenza al gruppo e benchmark tecnici che i prodotti devono soddisfare per poter mostrare il sigillo QvExtra - parametri chimici e standard di gusto che la maggior parte dei consumatori non si prenderà mai il tempo di apprendere, ma che comunque QvExtra spera di trasmettere attraverso un semplice scudo d'oro con il suo acronimo non così intuitivo: "S ‑ IQE ‑ V "(Seal International Quality Extra Virgin).

A differenza di altri tentativi di ottenere trazione con programmi di garanzia della qualità, QvExtra presenta alcuni vantaggi competitivi. È l'unico programma di questo tipo originario della Spagna - il principale produttore mondiale; ha già un impressionante elenco di membri famosi come Melgarejo, Pago Baldios San Carlos, Masia el Altet, Oro del Desierto, Casa de Hualdo, O-Med, Oro Bailen che collaborano con noi, attingono direttamente dalla storia e dalla tradizione veneziana Almazaras de la Subbetica; e ha vinto, almeno in parte, con il sostegno del Consiglio oleicolo internazionale.

Resta da vedere se l'iniziativa riuscirà o meno a fare la differenza sul mercato, ma il gioco è aperto. Con non meno di $ 12 miliardi di vendite globali di olio d'oliva in gioco, QvExtra ha annunciato formalmente la sua offerta per identificare convenientemente per i consumatori oli extra vergini di oliva di cui ci si può fidare.

pubblicità

Related News

Feedback / suggerimenti