` Il richiedente il brevetto afferma che i polifenoli delle olive aiutano il controllo della glicemia - Olive Oil Times

Il richiedente il brevetto dichiara che i polifenoli di oliva aiutano il controllo dello zucchero nel sangue

Aprile 1, 2014
Julie Butler

Notizie recenti

Un gruppo di prodotti per la salute naturale sta cercando un brevetto internazionale per un estratto di foglie di ulivo che può aiutare a prevenire o gestire la sensibilità all'insulina, incluso il diabete di tipo 2.

Afferma che studi clinici mostrano la somministrazione orale di un estratto di foglie di olivo contenente i polifenoli e gli antiossidanti oleuropeina e idrossitirosolo "può avere benefici significativi nel trattamento, nella riduzione dei sintomi e / o nella prevenzione del diabete di tipo 2, sia nei soggetti a rischio che in quelli già affetti dalla malattia. "
La controllata Apimed Medical Honey Ltd di Comvita Ltd, con sede in Nuova Zelanda, ha dichiarato nella sua domanda di brevetto dinanzi all'Organizzazione mondiale della proprietà intellettuale che in uno studio in doppio cieco, controllato con placebo, che ha coinvolto 46 uomini di mezza età in sovrappeso a rischio di sviluppare la sindrome metabolica futura - che può essere un precursore del diabete - l'integrazione con polifenoli di foglie di olivo per 12 settimane ha visto un significativo miglioramento della sensibilità all'insulina e della reattività delle cellule β pancreatiche. Questo è importante perché "per una ridotta tolleranza al glucosio nei progressi nel diabete, i pazienti devono diventare sia insulino-resistenti sia perdere la capacità di secrezione delle cellule β del pancreas ", afferma l'applicazione.

L'estratto di foglie di olivo (Olea europaea L.) utilizzato nella sperimentazione era un prodotto venduto da Comvita. Ai partecipanti è stato detto di assumere quattro capsule in una singola dose una volta al giorno, che avrebbero erogato un totale giornaliero di 51.1mg di oleuropeina e 9.7mg di idrossitirosolo.

Foglie di ulivo ora a "merce preziosa "

Apimed ha detto nel suo domanda di brevetto che "la medicina popolare che utilizza piante di olivo per curare il diabete esiste da secoli ”, ma solo di recente la ricerca sulle proprietà medicinali dei prodotti olivicoli si è concentrata sui polifenoli delle olive - in particolare l'oleuropeina e l'idrossitirosolo (un prodotto di decomposizione dell'oleuropeina).

pubblicità

"I polifenoli si trovano nella maggior parte delle piante commestibili e sono considerati in grado di fornire benefici per la salute di cioccolato, caffè, tè verde e vino rosso. Parallelamente alla crescita delle conoscenze scientifiche in polifenoli d'oliva, il mercato nutraceutico delle olive si sta espandendo. Poiché la concentrazione di polifenoli d'oliva è molto più potente nelle foglie di olivo rispetto alla frutta o all'olio d'oliva, questo sottoprodotto una volta scartato della potatura degli alberi è ora un bene prezioso ", ha detto.

Ma l'espansione nel mercato nutraceutico delle olive non è stata accompagnata da un rilassamento delle indicazioni sulla salute che le aziende possono fare in Europa e negli Stati Uniti. Come affermato dalla stessa Apimed nella sua domanda, l'Autorità europea per la sicurezza alimentare consente un'indicazione sulla salute che collega il consumo di polifenoli dell'olio d'oliva alla protezione dei lipidi nel sangue dai danni ossidativi, ma finora non sono state approvate indicazioni analoghe per l'omeostasi del glucosio (controllo della glicemia) . Inoltre, una recente lettera di avvertimento della Food and Drug Administration degli Stati Uniti ha fornito un promemoria che fa riflettere per le aziende di integratori alimentari di stare attenti alle affermazioni che fanno sui loro prodotti. La lettera di gennaio ai supplementi esclusivi con sede in Pennsylvania sollevava problemi tra cui il fatto che la FDA prendesse in considerazione affermazioni terapeutiche (da quando rimosse) sul sito web dell'azienda sul suo prodotto BioRhythm a marchio Olio - che contiene olio extra vergine di oliva - stabiliva che il prodotto era un farmaco perché era "destinato all'uso nella cura, mitigazione, trattamento o prevenzione delle malattie "e che tali farmaci necessitano dell'approvazione preventiva della FDA.

Altre ricerche hanno scoperto che in seguito a Dieta mediterranea ha un effetto preventivo contro il diabete. In 2011, uno studio nell'ambito dello studio PREDIMED ha mostrato che una dieta mediterranea ha ridotto il rischio di diabete di tipo II di quasi lo 50 percento rispetto a una dieta a basso contenuto di grassi


Related News

Feedback / suggerimenti