La fattoria Dafnis a Corfù, in Grecia

Corfù è stata conosciuta come meta turistica mediterranea per decenni ma non è stata particolarmente conosciuta per la produzione di olio d'oliva eccezionale. Potrebbe cambiare.

Spyros Dafnis, un neolaureato in Economia dell'Università la cui famiglia possiede un frantoio a Corfù ha deciso di provare un nuovo metodo di raccolta e macinatura delle olive per vedere se poteva ottenere risultati migliori.

La varietà principale è chiamata Lianolia e si trova quasi esclusivamente a Corfù. La Lianolia cresce eccezionalmente alta a volte raggiungendo i metri 18 (piedi 59), rendendo molto difficile la raccolta anticipata delle olive. Gli agricoltori di solito aspettano fino a tarda stagione, quando le olive cadono praticamente da sole su reti posate a terra.

Dafnis ha spiegato che cosa ha spinto lui e la sua famiglia a rompere con secoli di tradizione su come le olive venivano raccolte e macinate.

"La nostra idea è nata tra la crisi del nostro paese negli ultimi anni. Come antidoto alla crisi, abbiamo abbracciato la "rivoluzione". Una rivoluzione di creatività, innovazione e conoscenza. Perché ciò accadesse dovevamo pensare alternativamente e agire in modo non convenzionale.

"Il Governatore" olio d'oliva

Abbiamo visto intorno a noi una ricchezza naturale lasciata in balia della tradizione che ha prodotto un prodotto che si è disonorato non realizzando il suo pieno potenziale. Così abbiamo deciso di perseguire il nostro sogno rompendo la tradizione secondo cui la nostra isola non poteva produrre olio d'oliva di alta qualità ".

Il signor Dafnis e suo fratello Giorgos, insieme al supporto entusiastico della loro famiglia, hanno studiato documenti di ricerca sugli oli di oliva contenenti alti livelli fenolici. Hanno deciso di abbandonare il metodo tradizionale di raccolta con l'obiettivo di produrre un EVO fenolico di alta qualità.

È stato un gioco d'azzardo. Hanno acquisito uno scuotitore meccanico per iniziare il raccolto a metà ottobre, hanno abbassato la temperatura durante la fase di agitazione, hanno eliminato l'uso di acqua e l'uso di una centrifuga. Hanno testato il loro EVOO usando il nuovo Nuclear Magnetic Resonance (NMR) metodo recentemente sviluppato dal Dott. Prokopios Magiatis presso l'Università Nazionale e Kapodistriana di Atene.

Il loro EVOO ottenuto esclusivamente dalla varietà Lianolia conteneva i più alti livelli di composti fenolici mai registrati in Grecia.

Si aspettavano che l'olio d'oliva fosse buono, ma non immaginavano che sarebbe stato così eccezionale:

Oleocanthal: 680 mg / Κg
Oleaceina: 350 mg / Kg
Aglioide oleuropeina: 53mg / Kg
Ligstroside aglycon: 58mg / Kg

Oltre il grammo di 1 di composti fenolici al chilo (totale 1141 mg / Kg)

Nel giro di due anni dedicati allo studio e all'applicazione, la famiglia Dafnis ha inserito stabilmente la varietà di Corfù e Lianolia nella mappa mondiale dell'olio d'oliva.

Gli ulivi di Lianolia crescono eccezionalmente alti a volte raggiungendo i metri 18 (piedi 59).

In previsione di un risultato positivo hanno anche creato un design di bottiglia di oliva e un marchio. Il loro marchio, "Il Governatore". (Il nome è stato ispirato da Ioannis Kapodistrias che è nato a Corfù ed è stato il primo capo di stato eletto o "Governatore" della Grecia appena liberata in 1828. Era conosciuto come riformatore ed educatore che costruì la prima università nella Grecia moderna dove, per coincidenza, fu inventato il metodo NMR).

Il Governatore è stato premiato con la Golden Star ai Great Taste Awards e la medaglia d'argento a una competizione in Giappone quest'anno.

Produrre un EVOO che combina un contenuto fenolico estremamente elevato con un gusto premiato non è un compito facile. Spyros e la famiglia sono intenti a continuare i loro esperimenti ea condividere le loro conoscenze acquisite con altri olivicoltori di Corfù e di tutto il mondo.

Si dice che l'origine della varietà Lianolia trovata quasi esclusivamente su Corfù sia stata portata sull'isola durante il dominio veneziano di Corfù circa 500 anni fa. La sua vera origine è avvolta nel mistero.

Omero cita Corfù nell'Odissea come un olivo. Questo è stato migliaia di anni prima del dominio veneziano. Come e perché le varietà locali sono scomparse?

Forse ora ci sarà un rinnovato interesse scientifico per scoprire dove ha origine l'oliva di Lianolia.


Altri articoli su: , , , ,