`Gli esperti condividono le tendenze chiave nella vendita al dettaglio di olio d'oliva - Olive Oil Times

Gli esperti condividono le tendenze chiave nella vendita al dettaglio di olio d'oliva

Novembre 7, 2012
Julie Butler

Notizie recenti

Le opinioni dei consumatori nei diversi mercati dell'olio d'oliva sono state condivise dagli esperti del commercio alla conferenza internazionale sull'olio d'oliva Terra Creta tenutasi a Creta il mese scorso.

Dagli Stati Uniti al Brasile e all'Europa, un messaggio coerente è stato che la qualità è fondamentale, anche dove i consumatori devono ancora rendersene conto.

Panoramica globale: sei tendenze chiave

Liz Tagami, presidente di Tagami International, ha parlato di sei tendenze principali, le prime due negli Stati Uniti

Ha detto che uno sta aumentando l'indignazione per frodi di olio d'oliva e richiesta di verità nell'etichettatura. Il secondo è la reazione dell'industria americana con nuovi test, come DAG e PPP, e standard di qualità, come visto dalla recente attività con la proposta Ordine di marketing statunitense.

Due grandi tendenze di marketing sono la tracciabilità e l'economia. La domanda per il primo è dimostrata da un aumento di oltre tre volte in questo decennio del numero di mercati degli agricoltori, dove i consumatori possono guardare i produttori negli occhi. Per quanto riguarda l'economia, Tagami ha affermato che i consumatori preferiscono confezioni di dimensioni maggiori. "Stiamo vedendo molte bottiglie da 1 litro in promozione e gli oli d'oliva bag-in-box, ad esempio, possono portare un risparmio del 30% ".

Con una lunga consumo di olio d'oliva negli Stati Uniti impostato a più del doppio entro il 2020, "sarà molto più redditizio che andare in alcuni piccoli paesi e farli interessare del tutto ”ha detto. Ma metà di quella crescita sarà guidata oggi dagli under -.

Liz Tagami

Strumenti Bowman per analizzare le seguenti finiture: 'i millennial sono i primi di due super trend e sono avversi al grande marchio. "Abbiamo tre anni per capire come fare appello a loro. "

Poi c'è l'esplosione dei mercati dell'olio d'oliva in Asia. Il mercato in Cina è cresciuto del 70% all'anno nell'ultimo decennio, le importazioni in India stanno accelerando e il Giappone - dove i consumatori sono estremamente fedeli al marchio e più propensi a provare l'olio d'oliva puro che sul pane - è già un importante importatore globale, Tagami disse.

La sostenibilità vende

Praful Mehta, presidente del gruppo Unity Brands con sede negli Stati Uniti, ha sottolineato che ci sono migliaia di oli d'oliva venduti negli Stati Uniti, quindi i produttori devono avere un punto di differenziazione.

"Non si tratta di avere un mondo olio d'oliva di qualità, si tratta di come lo commercializzi e lo vendi. "

Raccontava delle previsioni secondo cui in tre anni le dichiarazioni sui prodotti più influenti oggi -  'tutto naturale', 'locale "e 'organico ": verrà sostituito da 'etico', 'sostenibile "e 'eco-friendly '.

E, ha affermato, il CESR - Responsabilità sociale e ambientale delle imprese - è un fenomeno di mercato in rapida crescita.

Praful Mehta

Negli Stati Uniti, il gusto è il motivo principale per cui le persone acquistano, seguito dalla raccomandazione di familiari o amici, impulso, quindi qualità. Fare demo con il prodotto giusto è probabilmente la migliore scommessa che un'azienda possa fare, ha detto.

Stati Uniti: opportunità nel mercato delle specialità e cross merchandising

John Gibson, presidente di Minoan Imports, con sede negli Stati Uniti, ha parlato delle sfide, incluso lo stigma che collega i grassi alla cattiva salute; confusione del consumatore a causa di termini fuorvianti come 'puro', 'extra' 'luce "e 'classico'; e distorsione del prezzo da oli adulterati.

Il mercato è così complicato perché i prodotti contraffatti competono a una frazione del costo, ha detto. "Non è sufficiente mettere un prodotto di qualità sullo scaffale e aspettarsi che venga venduto solo in base al prezzo. "

I produttori dovrebbero indagare sul mercato delle specialità, come i set regalo per le vacanze e il cross merchandising, ha detto. La ricerca mostra che le persone hanno maggiori probabilità di acquistare prodotti con un link di beneficenza, ad esempio.

Brasile: consumatori in cerca di qualità

I consumatori in Brasile - il quinto mondo per popolazione e uno dei suoi quattro principali mercati dell'olio d'oliva - sono stati generalmente attenti ai costi, secondo Apostolos Kalfas, CEO di Tropical Brasil Import & Export.

Ma mentre viaggiano di più e acquisiscono maggiore raffinatezza, la loro consapevolezza dei benefici per la salute dell'olio d'oliva e l'importanza della qualità sta crescendo, ha affermato.

Le importazioni di olio d'oliva in Brasile sono cresciute del 20 percento a 65,000 tonnellate in 2011 e si prevede che raggiungeranno le tonnellate 100,000 di 2015. Il Portogallo è il principale fornitore, seguito da Spagna, Italia e Grecia.

Apostolos Kalfas

Parlando nella sua lingua madre greca, Kalfas ha sottolineato le dimensioni del paese - "abbiamo città delle dimensioni della Grecia ”- e le sue sfide, una delle quali è l'adulterazione e in passato ha visto la soia, il palmo e persino l'olio motore essere passati come olio d'oliva.

Belgio: necessità di insegnare ai consumatori come usare l'olio d'oliva

Il Belgio ha un tasso di consumo di olio d'oliva di 1.7 litri a persona e una crescita delle vendite del 6.5% in valore all'anno. Sono stati venduti circa 6.5 ​​milioni di litri - la stragrande maggioranza extravergine - con un valore di vendita di 33 milioni di euro (43 milioni di dollari), per l'anno fino ad oggi.

Ma Dirk Thoelen, acquirente di SPAR / ALVO in Belgio, ha detto che è necessario un grande sforzo per mostrare alla gente come usare l'olio d'oliva.

Dovrebbero esserci più punti vendita e degustazione e formazione, come ad esempio 'cucinare con le lezioni di olio d'oliva nella comunità e usi raccomandati stampati su etichette.

"I belgi stanno iniziando a imparare a farlo cuocere con olio d'oliva, il prossimo passo è usarlo sulle insalate. "

"Ma il consumatore non sa quale olio d'oliva comprare. ”Quindi cercano il prezzo più basso. Uno su cinque oli d'oliva venduti è in promozione, ha detto.

I prodotti a marchio del distributore (marchio del negozio) rappresentano quasi il 71 percento di vendita al dettaglio di olio d'oliva in Belgio, mercato altrimenti dominato da Carapelli.

La consapevolezza dei suoi benefici per la salute sta alimentando la domanda, ma è un errore pensare che molte persone sappiano molto sull'olio d'oliva, Disse Thoelen.

"Le persone parlano di acidità e polifenoli e forse in certi mercati è familiare ma non so cosa significano, figuriamoci i miei amici ".

Germania: opportunità per slow food

Joachim Schalinski, direttore del quotidiano al dettaglio Lebensmittel Zeitung, ha affermato che anche i tedeschi inseguono il prezzo più basso e tendono ad acquistare prodotti in promozione.

C'è la fine del volume elevato del mercato, in cui l'obiettivo più basso è il prezzo, non la qualità premium, ma la grande opportunità per Produttori di olio d'oliva greci è nella fascia alta, dove hanno un vantaggio senza pari.

Joachim Schalinski

Dovrebbero evidenziare che, a differenza dei produttori di massa, in gran parte non usano fertilizzanti sintetici e pesticidi e offrono sia una migliore qualità che prodotti tradizionali greci.

C'è interesse per il "modo lento ", ha detto.

Finlandia: la colza domina ma l'olio d'oliva si sta facendo strada

Con una quota del 75%, l'olio di colza domina il mercato degli oli vegetali in Finlandia, dove c'è stata una campagna promozionale di tre anni con il tag "Olio di colza - troppo bello per essere vero? ”

Mirja Tyynysniemi, amministratore delegato di Miraz Trading Oy di Findland, ha dichiarato che l'omega ‑ 6 di olio di colza: il rapporto 3 è enfatizzato nel marketing e i consumatori finlandesi ritengono che sia la scelta migliore. Dice loro che l'olio d'oliva è in circolazione da molto più tempo ed è provato e testato sull'uomo.

L'interesse per l'olio d'oliva sta crescendo in Finlandia, tuttavia, man mano che le persone viaggiano di più e con la popolarità di spettacoli di cucina e riviste e della buona cucina durante i fine settimana. I prodotti di origine certificata, biologici o locali sono anche apprezzati, ha detto.


pubblicità

Related News

Feedback / suggerimenti