`I ricercatori dicono che il nuovo strumento misura l'olio d'oliva "salubrità"

Salute

I ricercatori dicono che il nuovo strumento misura l'olio d'oliva "salubrità"

Novembre 8, 2012
Julie Butler

Notizie recenti

Quanto è buono un olio extra vergine di oliva specifico per la tua salute potrebbe essere più facile da valutare con un nuovo sistema greco per misurare e valutare il contenuto di composti oleocantali e oleaceina chiave.

L'oleocanthal ha un effetto antinfiammatorio simile all'ibuprofene e Oleacein è un potente antiossidante, ma fino ad ora sono stati difficili da analizzare chimicamente, secondo il Dr. Prokopios Magiatis, assistente professore di farmacognosia e chimica dei prodotti naturali all'Università di Atene.

Alla recente Conferenza sull'olio d'oliva Terra Creta a Creta, Magiatis ha affermato che lui e il suo team dell'università hanno sviluppato un metodo usando 1H-NMR, una forma di risonanza magnetica nucleare, per misurare direttamente i livelli di oleocanthal e oleacein.

"Il nuovo metodo consente di identificare le differenze tra oli extra vergine di oliva e classificarli in base ai loro potenziali effetti sulla salute ", ha affermato.

Ispirazione da antichi medici

pubblicità

L'antico medico greco Dioscoride ha suscitato l'interesse dei ricercatori. "Lui e altri dopo di lui hanno insistito sul fatto che i migliori effetti sulla salute derivano dall'olio di oliva fresco proveniente da olive acerbe o da varietà specifiche. "

Dr. Eleni Melliou

Questo li ha messi alla ricerca di modi per individuare quali molecole fossero responsabili degli effetti sulla salute e per confrontare gli oli di oliva in base al loro contenuto.

Cinque anni dopo, hanno sviluppato un test NMR che richiede solo 50 secondi.

"Puoi analizzare centinaia di campioni in pochissimo tempo, ma ovviamente hai bisogno di uno strumento molto costoso e siamo felici di averne uno nel nostro laboratorio ad Atene ”, ha detto Magiatis.

Nuovi indici proposti

Il team ha aderito ai principali polifenoli delle olive oleocantali e oleacein e ha valutato gli EVOO in base sia alla somma dei loro livelli di queste molecole, indice D1, sia al loro rapporto oleocantale / oleacein, indice D2.

"D è per Davis perché questo studio è stato condotto in collaborazione con l'UC Davis Olive Center ”, ha dichiarato Magiatis. Lui e il Dr. Eleni Melliou, coautore dello studio, hanno visitato gli scienziati della UC Davis nel 2011. Dan Flynn, il direttore dell'Olive Center, ha dato loro consigli e campioni di olio.

Il nuovo sistema è stato applicato a più di 250 campioni di oli di oliva monovarietali dalla Grecia e dalla California per due anni e, secondo Magiatis, ha rivelato grandi differenze tra gli oli.

"Tra le diciannove varietà studiate, è stata riscontrata la massima concentrazione Olio d'oliva Koroneiki ed è molto buono per la Grecia perché oltre il 70% dei suoi ulivi sono di questa varietà. ”Anche le varietà non greche coltivate in California, come Barouni, Leccino e Mission, avevano concentrazioni elevate. Sono necessari studi più ampi su altre varietà in tutto il mondo, ha affermato.

Alto calore nel mulino, oli meno sani

La temperatura di lavorazione è un altro fattore che influenza oleocanthal e livelli di oleacein.

"Quando testiamo lo stesso frutto di ulivo nello stesso frantoio ma usando temperature diverse, puoi vedere un'enorme differenza nella concentrazione di questi composti, con alte temperature che hanno effetti negativi ”ha detto.

Lo studio ha anche rivelato un legame positivo tra la raccolta precoce e livelli elevati di entrambi i composti. Alcune varietà di olive, tuttavia, offrono bassi livelli indipendentemente dall'origine geografica, dai tempi di raccolta o dal rispetto delle migliori pratiche.

Oli con alti livelli di oleocanthal e oleacein hanno conservato la maggior parte di questo contenuto anche 18 mesi dopo il raccolto.

Reclamo sulla salute cardiaca dell'olio d'oliva

Quando l'anno scorso l'Autorità europea per la sicurezza alimentare ha approvato l'affermazione secondo cui il consumo di polifenoli di olio d'oliva protegge le particelle di LDL dal danno ossidativo, ha affermato che ciò dipende dal consumo giornaliero di "5mg di idrossitirosolo e suoi derivati ​​(es. Complesso oleuropeinico e tirosolo) in olio di oliva ”.

Magiatis ha affermato che il nuovo metodo ha permesso di misurare tutti i composti menzionati dall'EFSA in un esperimento. "E possiamo fornire i dati necessari per le indicazioni sulla salute. ”Quest'ultimo potrebbe aiutare i produttori di oli di oliva con elevate quantità di idrossitirosolo a ottenere prezzi migliori.

Perché oleocanthal e oleacein?

Oleocanthal e oleacein sono stati di grande interesse per il team in quanto sono le due forme più abbondanti di idrossitirosolo coniugato e tirosolo negli oli di oliva che hanno studiato.

"Oleacein è un derivato dell'oleuropeina e il più potente componente antiossidante dell'olio d'oliva ", ha detto Magiatis.

Si dice che l'oleocanthal abbia il potenziale per inibire la crescita del tumore, per offrire protezione contro il morbo di Alzheimer e per essere un inibitore della COX-1 e della COX-2.

È responsabile della pungenza che proviene dalle olive acerbe in olio di oliva fresco e che irrita la gola.

"L'esposizione cronica a basse dosi di agenti antinfiammatori come l'oleocanthal offre protezione contro malattia cardiovascolare e l'invecchiamento "ha detto.

Applicazioni: olio extra vergine di oliva come nuova droga?

Per quanto riguarda le potenziali applicazioni della sua ricerca, Magiatis ha affermato che un uso potrebbe essere quello di indirizzare specifici oli d'oliva a persone con malattie cardiache.

Tuttavia, i consumatori avranno bisogno di educazione per accettare e valorizzare il gusto degli oli con livelli molto alti di potenziali effetti sulla salute perché sono generalmente più pungenti e amari.

"Sarà difficile per i produttori raggiungere un equilibrio tra gusto e alta concentrazione di polifenoli specifici ", ha affermato Magiatis.

Allo stesso tempo, il nuovo indice può aiutare a correlare il proprietà organolettiche di un olio d'oliva, prevedere quale pungenza e amarezza dovrebbero essere attesi.

"Ciò che abbiamo fornito è un nuovo potente strumento per la valutazione della qualità dell'olio d'oliva ”, ha affermato Magiatis.

"Non tutti gli oli extra vergini di oliva sono uguali. Alcuni presentano un grande potenziale come agenti di protezione della salute o terapeutici e abbiamo fornito alla comunità scientifica un nuovo indice che offre una stima di queste proprietà legate alla salute ".

nota a piè di pagina: Magiatis e i suoi colleghi di ricerca hanno recentemente pubblicato un articolo relativo alla loro ricerca sul Journal of Agricultural Food Chemistry.

Titolato "Misurazione diretta dei livelli di Oleocanthal e Oleacein in olio di oliva mediante Quantitative 1H-NMR. Istituzione di un nuovo indice per la caratterizzazione degli oli extra vergini di oliva ”, è disponibile qui: http://pubs.acs.org/doi/abs/10.1021/jf3032765

I ricercatori sono: Evangelia Karkoula, Angeliki Skantzari, Eleni Melliou e Prokopios Magiatis.


fonti:

Link al giornale Journal of Agricultural Food Chemistry "Misurazione diretta dei livelli di Oleocanthal e Oleacein in olio di oliva mediante Quantitative 1H-NMR. Istituzione di un nuovo indice per la caratterizzazione degli oli extra vergini di oliva “
Indicazione sulla salute dell'olio d'oliva approvata dall'EFSA

Related News